Astronomia

Saturno protagonista delle notti di agosto, con le Perseidi

Saturno (fonte: NASA Hubble da Wikipedia)
Saturno (fonte: NASA Hubble da Wikipedia)
Saturno (fonte: NASA Hubble da Wikipedia)
Saturno (fonte: NASA Hubble da Wikipedia)

Nonostante l’imperdibile spettacolo delle Perseidi sarà Saturno il protagonista nelle notti di
agosto: come sottolineato dalla pagina divulgativa dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) il gigante gassoso, "signore degli anelli", è alla distanza minima dalla Terra e il 14 raggiungerà l’opposizione al Sole. Le condizioni perfette per dominare il cielo del mese.

Come ogni agosto le tradizionali stelle cadenti di San Lorenzo porteranno milioni di italiani ad alzare lo sguardo per qualche ora verso il cielo stellato, uno spettacolo da "blockbuster" reso possibile dall’impatto dell’atmosfera terrestre con le polveri lasciate dal passaggio della cometa Swift-Tuttle. Tantissime le iniziative per godere di questi momenti in compagnia, tra questi anche Calici di Stelle in cui abbinare lo spettacolo della volta celeste a prelibatezze enogastronomiche.

Quest’anno però lo sciame delle meteore detto delle Perseidi, perché sembrano tutte prendere origine dalla costellazione di Perseo, sarà piuttosto sottotono a causa della Luna. Nella notte tra 11 e 12 agosto il nostro satellite sarà infatti al massimo della luminosità e ridurrà di molto le possibilità di avvistare le scie delle stelle cadenti. Ma a tenere alto il livello di spettacolo notturno sarà il signore degli anelli, il secondo pianeta più grande del Sistema Solare che proprio in questi giorni sarà alla minima distanza dalla Terra e si offrirà per
spettacolari notti di osservazione (bastano anche attrezzature molto semplici per poterne vedere gli anelli). Facilissimo sarà identificarlo proprio nella notte di Luna piena quando i due
saranno nel cielo vicinissimi tra loro (prospetticamente). Infine, dopo mesi di latitanza anche l’altro gigante, Giove, tornerà ad affacciarsi nel cielo notturno ad orari più semplici per gli osservatori spostandosi nella costellazione della Balena.