Lo studio

«Prendersi una pausa dai social media rende più felici»

Prendersi una pausa dai social media fa bene alla salute e aumenta il senso di benessere. A dimostrarlo è uno studio coordinato dall’Università di Bath e pubblicato sulla rivista Cyberpsychology, Behavior and Social Networking, che ha chiesto a un gruppo di persone tra i 18 e i 72 anni (età media 29) di sospendere l’uso dei social per una settimana. Per alcuni partecipanti questo ha significato guadagnare circa nove ore di tempo per sé, che altrimenti avrebbe passato su Instagram, Facebook, Twitter e TikTok.

Lo studio ha coinvolto 154 persone che trascorrevano in media sui social 8-9 ore a settimana. Dopo avere misurato i livelli di depressione, ansia e benessere di tutti i partecipanti, ad alcuni di loro è stato chiesto di sospendere l’uso dei social per 7 giorni o ridurlo drasticamente a pochi minuti. Una settimana dopo, i ricercatori hanno osservato differenze significative tra i punteggi per benessere, ansia e depressione del gruppo senza social e quelli del gruppo di controllo. In particolare, in termini di benessere, il gruppo che aveva sospeso l’uso dei social registrava 4,9 punti in più degli altri, mentre i livelli di depressione e ansia erano scesi rispettivamente di 2,2 punti e di 1,7 punti. «Scorrere i social media è diventata una pratica così comune che molti di noi lo fanno quasi senza pensarci, ma ci sono crescenti preoccupazioni sugli effetti di questi strumenti sulla salute mentale», afferma Jeff Lambert, primo autore dello studio. I ricercatori sanno bene che i social media fanno parte della vita delle persone e che per molti sono diventati uno strumento indispensabile per esprimersi e interagire. Tuttavia, fa notare Lambert, «molti dei partecipanti alla nostra ricerca hanno riportato effetti positivi dalla sospensione dell’uso dei social, con un miglioramento dell’umore e meno ansia in generale. Il nostro studio suggerisce che anche solo una piccola pausa può avere un impatto positivo». Per i ricercatori resta comunque da indagare gli effetti della sospensione dell’uso dei social per lunghi periodi.