Scienza & tecnologia

Mascherine, cure miracolose e vaccini falsi: bloccati da Google 99 milioni di annunci Covid

Nel 2020, anno della pandemia, Google ha bloccato nel mondo oltre 99 milioni di annunci legati al Covid inclusi quelli che hanno pubblicizzato presunte cure miracolose, mascherine N95 a causa della scarsità di forniture e recentemente dosi di vaccini falsi. Lo rende noto la società nell'Ads Safety Report, il report annuale sulle pubblicità ingannevoli.

Più in generale, Google ha bloccato o rimosso circa 3,1 miliardi di annunci per violazione delle sue norme e limitato altri 6,4 miliardi. E ha smesso di pubblicare annunci su oltre 1,6 milioni di siti contenenti violazioni diffuse. «Nel 2020, le nostre policy e la loro applicazione sono state messe a dura prova. Il mondo ha attraversato contemporaneamente una pandemia globale, diverse elezioni politiche in molti Paesi, è in corso una continua lotta per contrastare i malintenzionati alla ricerca di nuovi metodi per approfittarsi delle persone online - spiega la scietà in un post ufficiale - Continuiamo a rimanere vigili, monitorando il comportamento dei soggetti malintenzionati».

Google spiega che negli anni ha investito nella tecnologia di rilevamento automatizzato per eseguire una scansione efficace del web e grazie a questo è passata dal bloccare 130 milioni di annunci dannosi nel 2011 a 3,1 miliardi di pubblicità ingannevoli nel 2020. Il gigante dei motori di ricerca, nel rapporto spiega inoltre che ha fatto un investimento sul controllo dei contenuti d'odio che ha aiutato a impedirne la monetizzazione, agendo su "quasi 168 milioni di pagine in base". Infine, nel periodo elettorale ha bloccato gli annunci su oltre 3 miliardi di ricerche che facevano riferimento alle elezioni.