Scienza & Tecnologia

L'ultima superluna del 2020 piena di "fiori"

.
Foto della superluna del Marana Space Explorer Center (@www.marsec.org)
Foto della superluna del Marana Space Explorer Center (@www.marsec.org)

Già giovedì sera, per chi ha avuto modo di osservarla, la Luna ha dato spettacolo con la sua eccezionale luminosità. Ma venerdì 8 maggio ha raggiunto la fase di Luna piena ed è stata una "superluna" speciale, la quarta di quest'anno e l'ultima del 2020.

Ancora più super perchè ancora più vicina del solito, un pò più grande e il 15% più luminosa. Verso le 20 di ieri sera il nostro satellite naturale si è trovato a una distanza di "soli" 361.184 chilometri dalla Terra, contro una media di poco superiore ai 384mila chilometri.

Questa è la terza "superluna", dopo quelle dei due mesi precedenti. È inoltre un’occasione preziosa per scoprire la bellezza del cielo notturno, dal balcone o dalla finestra, in un periodo in cui ci si vive in casa per limitare la diffusione del coronavirus.

La superluna di giovedì 7 maggio è anche detta la "Luna dei Fiori", chiamata così dai nativi americani del nordest che nel mese di maggio la vedevano brillare sulle loro terre in piena fioritura.