Il sottosegretario Costa

Via le mascherine al chiuso dal 1° maggio, con alcune eccezioni

Foto Ansa
Foto Ansa
Foto Ansa
Foto Ansa

«Sono convinto che passare da un obbligo di mascherina al chiuso a una raccomandazione possa essere la scelta giusta, magari mantenendole in alcuni luoghi come i mezzi di trasporto. Ma oggi credo ci siano le condizioni per procedere con il togliere l’obbligo di mascherine al chiuso». Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a Rainews24 riferendosi alla scadenza del prossimo primo maggio. «Il decreto in vigore di fatto già toglie l’obbligo di mascherine al chiuso per tutti. Si tratta ora di valutare se mantenerle in alcuni contesti particolari, dove c’è una concentrazione maggiore di persone».

«Credo che gli italiani, in questi due anni di pandemia, abbiano acquisito una consapevolezza diversa rispetto al Covid», ha aggiunto il sottosegretario Costa. Quindi, rispetto all’utilizzo di mascherine, «obbligo o non obbligo, credo che i cittadini continueranno a mantenerle nei luoghi a maggior rischio. Questo lo vediamo già oggi anche all’aperto: nonostante non vi sia più l’obbligo, molte persone continuano a utilizzarle».