Vaccini: Usa rinvia decisione su J&J, servono altri dati

Un gruppo di esperti del Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l’agenzia sanitaria americana, ritiene necessario avere ulteriori dati e ha così rinviato la decisione sulla ripresa delle vaccinazioni con il Johnson&Johnson dopo lo stop cautelativo di ieri delle autorità regolatorie americane in seguito ai rari casi di trombosi su sei donne. Gli esperti si riuniranno nel giro di 7-10 giorni, secondo i media Usa. Alcuni scienziati della Fda avevano invece sostenuto che i rischi potrebbero essere mitigati con adeguati avvertimenti.

Il rinvio, che rischia di causare un rallentamento del piano vaccinale in Usa e in Europa, è stato deciso da una commissione consultiva del Cdc, un gruppo di esperti indipendenti che ha ritenuto necessario avere più tempi per valutare dati e rischi prima di votare le proprie raccomandazioni.

Leggi anche
Vaccino Johnson&Johnson, gli Usa chiedono la sospensione. L'azienda ritarda il lancio in Europa