Ripianificazione per l’anno 2013

La Conferenza dei Sindaci ha approvato la ripianificazione del Piano di zona per l'anno in corso, dopo aver interessato complessivamente 68 soggetti pubblici e privati del territorio, responsabili della gestione di interventi sociali e socio sanitari. "La loro partecipazione - spiega la responsabile dei servizi sociali dell'Ulss Antonella Pinzauti - è stata attiva e propositiva con la presentazione di tutte le azioni di mantenimento, potenziamento- riconversione ed innovazione". La mappatura degli interventi del territorio appare ormai pressoché completa in tutte le aree di intervento: Persone Anziane, Disabilità, Materno Infantile, Salute Mentale, Dipendenze, Marginalità, Immigrazione. Alcuni interventi hanno trovato spazio per la prima volta all' interno del Piano di Zonaper effetto sia di un affinamento nelle modalità di raccolta dei dati sia della maggior condivisione delle informazioni da parte dei soggetti del territorio. Per quanto riguarda i dati raccolti, il focus è stato posto sui finanziamentiprevisti (per lagestione corrente e per investimenti), sull'utenza,nonchésull' aggiornamento dei processi di autorizzazione e di accreditamento delle strutture. Il documento viene così ad essere una fonte essenziale di informazione e allo stesso tempo unaguida perlaprogrammazione e l’erogazione dei servizi nel territorio, consentendo tra l’altro di ricavare uno sguardo unitario sulle tante attività in essere. Una prospettiva, questa, che aiuta a comprendere meglio le scelte alla base delle dvierse risorse e la complessità della gestione dell’assistenza socio-sanitaria nel territorio. Il documento èc ompletamente visionabile sul sito dell'Azienda: www.ulss5/documenti e moduli/documentidi organizzazione e pianificazione.