L'ordinanza

Viaggi all'estero: quarantena di cinque giorni e tampone anche per chi rientra da Paesi Ue

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza che dispone, per arrivi e rientri da Paesi dell’Unione Europea, tampone in partenza, quarantena di 5 giorni e ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. La quarantena è già prevista per tutti i Paesi extra Ue. Il provvedimento sarà in vigore fino al 6 aprile. 

 

Leggi anche
A Pasqua si può andare in vacanza (ma solo all'estero). Federalberghi: «assurdo»

 

«Meglio tardi che mai». Così il leader della Lega, Matteo Salvini commenta l'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Speranza su tamponi e quarantena richiesti a chi arriva o rientra da Paesi dell'Unione europea. Nell'incontro con la stampa estera a Roma, Salvini ha aggiunto: «Spero che il ministro Speranza restituisca dignità agli operatori del turismo italiani, che altrimenti si vedevano beffati». In vista della prossima estate, ha poi invitato gli italiani, ma anche gli stranieri, a passare le prossime vacanze in Italia. E ironizzando sui viaggi nelle isole spagnole, che ora sono consentiti, ha detto: «Le isole italiane sono molto più belle: tra Sardegna e Baleari non c'è partita».

 

«La toppa è peggio del buco», dice all'Ansa il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca commentando l'ordinanza. «Noi non volevamo fare assolutamente la guerra agli italiani che andavano all'estero - dice - né tantomeno a tour operator e agenzie di viaggi italiani di cui abbiamo la massima considerazione. Il nostro discorso è solo questo: se il tampone vale per andare all'estero deve valere anche in Italia. Federalberghi è convenzionata con più di duemila centri diagnostici per i tamponi in hotel. Se è permesso salire su un aereo col tampone, sia permesso anche in hotel».

 

Leggi anche
Estate con il passaporto vaccinale Ue. Ecco come sarà il documento sanitario per viaggiare