Lo studio

Covid, in Veneto da gennaio trovate 24 varianti. L'inglese è al 95,3%

Sono 24 i «lineage», ossia le varianti del Coronavirus, identificate a partire da gennaio in Veneto, e 11 quelle circolanti in regione nel mese di aprile, tra cui quella preponderante è quella inglese, con la brasiliana e la sudafricana. Ad aprile sono comparse anche due varianti indiane.
Il dato emerge dalla sorveglianza effettuata dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie di Padova, coordinata dall’Iss, e aggiornata a fine aprile.

In particolare, la prevalenza della variante inglese passa dall’88,5% della sorveglianza del 18 marzo scorso al 95,3%. Le varianti sudafricana e nigeriana sono state identificate con una frequenza minore dell’1%; quest’ultima non è stata individuata nel corso dell’ultima sorveglianza. La variante indiana, scoperta per la prima volta in campioni prelevati da due familiari di ritorno dall’India, è del gruppo genetico «B.617.1» ed è stata designata come Variant Under Investigation (Vui). In due campioni di persone provenienti dal Bangladesh è stata identificata anche la variante indiana appartenente al gruppo «B.1.617.2», che non è considerata come Vui o «Variant of interest» (Voi) ma va comunque monitorata.

Leggi anche
Variante indiana nel Vicentino: ecco come si è contagiata la famiglia