Covid, capo Johnson & Johnson: «Il vaccino potrebbe servire una volta l'anno»

.

Il vaccino contro il Covid-19 potrebbe essere necessario «una volta l'anno, per molti anni». Lo sostiene l'amministratore delegato della Johnson & Johnson, Alex Gorsky, in un'intervista a CNBC. «Purtroppo, più si diffonde più il virus muta. Ed ogni volta che muta la variante può rispondere in modo diverso non solo ai farmaci ma anche al vaccino» ha spiegato. 

Il prodotto messo a punto dall’azienda è uno di quelli più attesi, soprattutto perché a differenza degli altri è somministrato in una sola dose. Nelle prossime settimane Johnson and Johnson dovrebbe chiedere l’autorizzazione anche in Europa. «La compagnia sta lavorando a piena velocità nella produzione - ha spiegato il Ceo - e siamo estremamente fiduciosi di riuscire a raggiungere l’obiettivo di consegnare 100 milioni di dosi negli Usa entro fine giugno. Rispetteremo l’impegno, e allo stesso tempo stiamo facendo il possibile per accelerare mantenendo la sicurezza».
Parallelamente, ha aggiunto Gorsky, la compagnia sta portando avanti le sperimentazioni del vaccino, che utilizza un adenovirus per portare nelle cellule un frammento del genoma di Sars-CoV-2 e suscitare la risposta immunitaria, somministrato in due dosi, i cui primi risultati dovrebbero arrivare nella seconda metà del 2021.