BASSANO. Ulss: "Comprese le peculiarità del territorio"

BASSANO. Soddisfazione del direttore generale Antonio Compostella per le schede ospedaliere. "Il presidente Luca Zaia - dice - ha compreso le peculiarità del territorio dell'Ulss 3. Nei suoi due ospedali l'azienda conta attualmente 505 posti letto (399 a Bassano, 106 ad Asiago). Ora il numero aumenta a 515 (402 a Bassano e 113 ad Asiago). Inoltre, si aggiungono 42 posti letto di "strutture intermedie"da attivare sul territorio, in particolare nell'ospedale di comunità, per migliorare la risposta alla post-acuzie. Le "schede" prevedono, poi, 25 primariati: 22 a Bassano (contro i 23 attuali) e 3 ad Asiago. A Bassano viene meno l'apicalità di anatomia patologica.; "Questa scelta - dice Compostella - può essere spiegata con l'attivazione di ambiti territoriali di riferimento più ampi per questo tipo di servizio, unitamente all'implementazione della rete informatica di "telepatologia" che vede la possibilità di condurre l'attività istopatologica aziendale facendoriferimento all'ospedale di Vicenza". Ad Asiago le tre apicalità vengono riguardano medicina Interna, medicina fisica e riabilitazione, pronto soccorso. Le altre attività oggi presenti nell' ospedale dell'Altopiano (chirurgia generale e ortopedia) saranno gestite da un'unica figura apicale e da un unico pool di professionisticon Bassano. Per Asiago emerge una chiara vocazione riabilitativa in chiave aziendale (si conferma la specializzazione della riabilitazione cardiologica). "Attribuire un primariato al pronto soccorso di Asiago - dice il dg - rispecchia l'attenzione della Regione verso il potenziamento della rete dell'urgenza-emergenza, in particolare nelle zone più disagiate". Per quanto riguarda la sanità territoriale le schede prevedonola riorganizzazione dell'assistenza distrettuale imperniata su due elementi: la presenza di un solo distretto (e quindi di un solo direttore di distretto) e di un solo apicale di cure primarie, fermo restando che funzionalmente le attività rimarranno suddivise nelle varie sedi sub distrettuali esattamente come oggi. Inoltre ci sarà il potenziamento dell'Adi, che aregime opererà 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, la progressiva riorganizzazione della medicina generale, attraverso l'attivazione delle nuoveforme aggregative,edin particolare delle medicine di gruppo integrate, con risposta agli utenti (a regime, entro il 2015) sempre 7 giorni su 7 e 24 ore su 24. Verranno, infime, attivati 42 posti letto di ospedale dicomunità.

# Sposta il focus sul parent