Orizzonti della Salute

I rimedi dopo il trauma della pandemia. La "ripartenza" spiegata da Recalcati in Basilica

Lo psicanalista Massimo Recalcati ieri in Basilica Palladiana per Orizzonti della Salute
Lo psicanalista Massimo Recalcati ieri in Basilica Palladiana per Orizzonti della Salute
L'intervista a Massimo Recalcati (S. Giralucci)

Il ciclo "Gli orizzonti della salute - disegnare un nuovo futuro" si è ripreso la città. Lo ha fatto dopo un lungo e interessante viaggio in streaming online che ha affrontato i temi della pandemia "surfando" tra un lockdown e una zona rossa, senza mai perdere di vista l'obiettivo di arricchire il suo pubblico.

E quindi, dopo l'incontro con la professoressa Luigina Mortari sul tema della "Politica della cura", ieri è stata la volta di un nuovo appuntamento in Basilica Palladiana con lo psicanalista Massimo Recalcati, membro della Società milanese di psicoanalisi, fondatore di "Jonas - Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi" e direttore scientifico della Scuola di specializzazione in Psicoterapia Irpa di Milano. Recalcati insegna all'Università di Pavia ma anche allo Iulm di Milano, è supervisore clinico al Centro Gruber di Bologna per casi gravi di Dca e collabora con le pagine culturali di quotidiani italiani. Le numerose pubblicazioni sono tradotte in molte lingue.

Nell'incontro "Dopo il trauma, la cura", Recalcati è partito dall'esperienza traumatica della pandemia per riflettere su come ci abbia fatto ripensare l'idea stessa della cura: su quello che potrebbe o dovrebbe averci insegnato la pandemia, come si è ridefinita l'esperienza della cura e quale sia il significato del termine "ripartenza" dopo un trauma planetario di queste dimensioni.

L'attività scientifica di Recalcati, negli anni, ha seguito alcune direttrici fondamentali come l'analisi della psicopatologia contemporanea e dei disturbi alimentari; lo studio dell'insegnamento di Jacques Lacan; la riflessione sulla figura del padre nell'epoca ipermoderna ma anche l'analisi del rapporto tra politica e disagio della civiltà contemporanea, tra psicoanalisi e creazione artistica. Oggi, il professore è orientato verso lo studio della relazione tra psicoanalisi e cristianesimo. 

K.Z.

Suggerimenti