Renault

La mitica R5 tornerà con un cuore elettrico

Così si presenta la futura Renault R5
Così si presenta la futura Renault R5

Un mito del passato è pronto a rinascere, in salsa elettrica. Stiamo parlando della Renault 5. Una vettura che, al suo esordio, nel 1971, rivoluzionò il mercato dell'auto con scelte all'avanguardia per l'epoca (come il portellone posteriore e i fascioni paraurti in plastica) diventando un simbolo per almeno vent'anni, specialmente con l'ambitissima e sportiva versione Turbo. Ora la Renault 5 è (quasi) pronta a tornare in scena: Luca De Meo, amministratore delegato del gruppo francese, ha annunciato e mostrato in anteprima la 5 Prototype, prototipo a zero emissioni che farà il suo esordio «reale» su strada nel 2023. La vettura sarà al centro del piano di rilancio del marchio transalpino, ribattezzato «Renaulution».

Dando un primo sguardo alla nuova e futuristica R5, anche i più distratti potranno cogliere i forti legami con il design del modello degli anni '70 e '80: dal taglio della coda e dei montanti, fino ai fari e al lunotto. La fisionomia è rimasta quella con un'aria sbarazzina e molto «pop».

Gli elementi stilistici ispirati alla «5» originale, ma modernizzati, celano funzioni moderne: la presa d'aria del cofano nasconde lo sportellino di ricarica, nei fari posteriori sono integrati i deflettori aerodinamici mentre i fendinebbia presenti nei paraurti sono diventati luci diurne. La griglia laterale, le ruote e il logo posteriore riprendono quelli del modello anni '70. La parte anteriore e il tetto in tessuto rimandano al mondo dell'arredamento per conferire un tocco di fascino tutto francese al veicolo, un pizzico di malizia e personalità che gioca sulla nostalgia. All'anteriore e al posteriore, i logo si illuminano per dar vita all'auto.

A cambiare radicalmente, però, è ciò che starà sotto al cofano, dove ci sarà solo un propulsore elettrico. L'obiettivo, ha spiegato De Meo nella presentazione del futuro modello, «è dimostrare che Renault riuscirà a democratizzare i veicoli elettrici in Europa con un approccio moderno dell'auto popolare ed essenziale».

La batteria potrebbe avere una capacità simile a quella della piccola Zoe (che arriva a 52 kWh), ma con autonomia più elevata. Il prezzo dovrebbe rimanere ben sotto i 30mila euro, eventuali incentivi esclusi. L'intento di Renault con la nuova R5 rimane quello di far accedere tutti o quasi al mondo dell'elettrico, introducendo così la sua «Novelle Vogue», un'onda di cambiamento con 14 modelli entro il 2025, di cui sette elettrici, e gli altri con almeno una variante ibrida o alla spina.

Emanuele Zanini