Motori

Ferrari svela "Purosangue", il primo suv di Maranello. Ecco le immagini

Dopo una attesa lunghissima, Ferrari svela Purosangue: il primo suv della storia del Cavallino.
Ferrari Purosangue, primo Suv del Cavallino (Fotoservizio Ansa)
Ferrari Purosangue, primo Suv del Cavallino (Fotoservizio Ansa)
Ferrari Purosangue, primo Suv del Cavallino (Fotoservizio Ansa)
Ferrari Purosangue, primo Suv del Cavallino (Fotoservizio Ansa)

Dopo una attesa lunghissima, Ferrari svela "Purosangue": il primo suv della storia del Cavallino. Frontale filante, fiancate scolpite, cabina ben definita, quattro porte e quattro posti veri a bordo, un bagagliaio capace e addirittura la possibilità di abbattere i sedili. Il tutto mosso dal classicissimo motore Ferrari V12 aspirato, capace di erogare 725 Cv, montato in posizione centrale-anteriore su architettura 4x4 a rapporto variabile.

Cambio F1 doppia frizione a 8 rapporti

Questi i numeri di Purosangue, riportati dall'Ansa, la cui gestazione è stata di 48 mesi di lavoro, partendo da un foglio bianco. Sergio Marchionne nel 2017 al Salone di Ginevra lo aveva escluso categoricamente, per poi invece confermarlo nel 2018, in una delle sue ultime apparizioni pubbliche. Purosangue rappresenta una sfida epocale per la Casa di Maranello che non deve tradire la tradizione Ferrari nonostante il modello inedito, chiesto a gran voce dalla clientela e dal mercato.

Le dimensioni di Purosangue Ferrari, 4 posti-4 porte

Lunga quasi 5 metri ed alta scarsi 1.60 metri, Purosangue è la prima 4 posti - 4 porte della Casa. Originale la posizione dei fari, incastonati sotto ai parafanghi, all'altezza abituale dei proiettori delle altre vetture della Casa. Nel posteriore, i gruppi ottici sono una scomposizione del classico tondo in 4 "biscotti" dalla forma allungata, mentre i quattro scarichi sono i protagonisti dell'area inferiore. I passaruota in carbonio, a contrasto con la livrea, mettono in risalto le fiancate. L'imponente cofango - cofano e parafanghi fusi in un unico elemento - è disegnato da linee muscolose che si diramano da un lato verso la spaziosa cabina, dall'altro verso la coda. Ampio lo spazio a bordo. Effetto wow per l'apertura controvento delle portiere. 

Purosangue ferma la bilancia a circa 2 tonnellate, e per contenere i pesi è stato necessario calibrare ogni dettaglio: il tetto base è in carbonio (ma è disponibile anche in un suggestivo cristallo che muta di opacità a seconda delle condizioni di luce) ed il telaio e il più leggero di tutte le altre quattroporte del Cavallino. Amplissimo l'uso della fibra di carbonio

Il motore della Ferrari Purosangue

Esclusivamente motore termico e non ibrido per garantire il comfort, è stato progettato per garantire la massima coppia disponibile fin dai bassi regimi senza rinunciare alla progressione continua caratteristica dei V12 aspirati di Maranello. L'80% della coppia è disponibile da 2100 giri/min. e il picco di coppia di 716 Nm viene raggiunto a 6250 giri/min.; la potenza massima di 725 cv a 7750 giri/min. e la risposta agli input del guidatore sono degni di una vettura sportiva.