La rubrica di Vinicio

Profumi maschili: in viaggio attraverso le nuove fragranze

Accessorio alla moda dalle tonalità olfattive eleganti, il profumo da uomo perfeziona lo stile e il portamento di un uomo. Esprime le sfumature di una personalità e le variazioni dell'animo. Tutti possono riconoscersi in una delle eau de toilette o  eau de parfum  per far risaltare la propria essenza più intima. Alla fine di, come diceva Yves Saint Laurent: «Il profumo è il fratello del respiro»: non possiamo farne a meno.  Il profumo diventa “attimo”, così come lo sono le stories sui social che concentrano la nostra vita sul presente e dove, il domani, è tutta un’altra storia. 
Perché ci attira così tanto il profumo? È forse il “condimento” dei nostri ricordi? Ma soprattutto, come si inserisce nella frenetica quotidianità? Nell’epoca in cui spostarsi non è mai stato così difficile e, in cui l’essere sul pezzo è fondamentale, rinunciare al profumo, non è contemplato. La voglia di viaggio torna a farsi sentire, complici questi anni: terrible two. Ecco che in soccorso, possiamo attingere all’easy way.  Un'esortazione a entrare in un viaggio  olfattivo che unisce potenza ed eleganza come solo il profumo può fare. I più trendy dei profumi, sono questa primavera quelli di Maison Francis Kurkdjian. Cool e particolari. L'eau de toilette masculin Pluriel di Kurkdjian è basata su un accordo fougère, segno distintivo dei grandi classici maschili, rivisitato per crearne una versione senza tempo. È compensato dalla profondità di un'assoluta di lavanda provenzale e da un delicato accordo cuoiato, elaborato su un'architettura di legno di cedro della Virginia, patchouli indonesiano e vetiver di Haiti. Mentre l'eau de parfum OUD è composta intorno al più prezioso degli ingredienti: il legno di oud del Laos, immaginato oniricamente in un palazzo di marmo e oro, sommerso da un cielo blu notte costellato di stelle. Insieme al legno di oud, il cedro dei monti dell’Atlante. Suggestione pura.
Per gli uomini più tecnologici e appassionati di tutto quello che è futuristico, il profumo maschile Inverno 2022 da scoprire è invece Phantom di Paco Rabanne! L’eau de toilette è contenuta in un flacone a forma di robot e fa parte del gruppo aromatico-legnoso. Il jus si apre con note di lavanda e limone di Amalfi in scorza e polpa, lasciando spazio a un cuore di lavanda, accompagnata da mela croccante e un mix di patchouli e note di terra. 
Tra i nuovi profumi per uomo Inverno 2022, Luna Rossa Ocean di Prada è una novità della famiglia aromatica-fougère. È ispirata al dinamismo, alla voglia di viaggiare e scoprire il mondo. Le note di testa sono di bergamotto, artemisia e pepe rosa, mentre il cuore è un sofisticato mix di zafferano, salvia, accordi di pelle e fiori avvolgenti come lavanda e iris.
Un classico della profumeria maschile si reinventa per questa nuova stagione nella versione eau de toilette, ancora più elegante e sofisticata. Parte delle famiglie olfattive legnosa-ambrata-orientale, Roma Uomo edt di Laura Biagiotti si apre con un mix irresistibile e fresco di pompelmo rosa e mandarino, abbinati ad alloro e basilico. Il cuore è ingentilito da geranio e muschio di quercia, che traghettano l’olfatto al vigoroso accordo di legni, ambra e vaniglia delle note di fondo, abbracciato dalle note del muschio per ritrovarsi guerriero o meglio gladiatore nella city.
Un profumo riesce quindi a raccontare molto della personalità di chi lo indossa e per questo ognuno predilige una sua fragranza. Effluvi boisée e odori gourmande, mai percepiti prima, divento quindi novità e soprattutto permettono di fare un “viaggio”.  Lasciarsi attirare dal sillage di un profumo agrumato di ultima tendenza o incantarsi di fronte  alle  persistenti note verdi che, in un momento diverso, non avremmo mai scelto è scoperta avventurosa. Uno dei nasi più noti del settore – Francis Kurkdjian – recita: «Le fragranze sono sculture di noi stessi, che ci accompagnano nella vita quotidiana, dandoci identità invisibili, ma presenti in un viaggio continuo».
 

Vinicio Mascarello