Moda e tendenze

Michael Kors "riaccende" la moda a Broadway: «Non voglio più sentire parlare di tute»

La sfilata a Broadway di Michael Kors
La sfilata a Broadway di Michael Kors

Lo stilista americano Michael Kors ha festeggiato i suoi 40 anni di moda con uno show per strada a Broadway, New York. E per la "reunion" ha invitato le top model di sempre: da Naomi a Helena Christensen a Bella Hadid. «Non voglio più sentire parlare di tute» ha esordito, scegliendo di sfilare in una notte che simbolicamente vuole essere la prima di quelle che, presto, torneranno. «Perché tutto questo finirà- ha detto lo stilista americano - e i teatri riapriranno e noi avremo di nuovo voglia di vestirci».

Felpe e panta jogging vade retro, dunque: sì ad abiti da sera e tacchi alti, completi iper femminili e cappotti sartoriali. «Ho parlato con tante mie clienti via zoom - ha raccontato Kors - e tutte mi hanno espresso il desiderio di riaprire i loro armadi e di ricominciare a indossare capi eleganti e femminili. Nessuno vorrà più sentire parlare di tute. Basta».

Una passerella, dunque, di capi spalla sartoriali e jumpsuit gessate, di tailleur con gonne corte e spacchi profondi, di abiti fatti di piccoli mosaici di specchi, di spolverini di vernice e trench di pelle, di girocolli e bluse scollate, di pantaloni scampanati e abiti a trapezio. 

E in più, la decisione di evolvere all’Actors Fund una somma per i lavoratori dello spettacolo in questo momento «fermi».