Moda & tendenze

Le camicie a righe sono il must della moda estate. Ecco i look da copiare

Ogni brand e stilista ha una sua visione particolare di camicia chi più minimal come Prada o più esagerata alla Versace. Certo è che da Zegna, passando per Boss  le camicie a righe accomunano volumi, forme e significati per costituire la base di una ricerca di un nuova tendenza e che dà vita a un nuovo modo di vestire maschile: look modulari e styling minimal. L’idea di base è di camicie rigate più comode e pratiche (meno slim e più over) che pero’ hanno un quid in più se portati con gli accessori giusti. Creando cosi un look cool e comodo con tanti modelli e stili sia regular che relaxed, in lino per questo periodo o in cotone. 

Storicamente, la camicia a righe iniziò a diventare di moda a partire dalla fine del XIX secolo, ma non fu subito accettata: non veniva vista come parte del classico abbigliamento maschile da città. Risultava ancora difficile surclassare l’immagine della camicia bianca che è un passepartout unico in tutti gli stili. Oggi invece, nello specifico la camicia a righe bianca e blu, è diventata un vero must-have per uomini e donne (Ralph Lauren docet) che, allo stesso modo, la indossano e sfoggiano in molteplici situazioni sia sportive che eleganti. Il guardaroba femminile, infatti, ha dapprima preso in prestito da quello maschile e poi fatta sua la camicia a righe, forse complice il minimalismo dello stile francese, dove il maschile ed il femminile si fondono in uno stile sobrio, di classe e sensuale: genderfluid appunto. In più, molti brand, hanno creato delle camicie a righe con un trattamento easy-iron per avere un aspetto appena stirato tutto il giorno, cosa non da poco in un mondo sempre più smart. Camicie a righe  perfette per dei look casual abbinate ai dei semplici jeans.  Bellissime per le occasioni formali con pantaloni da completo monocolore e cravatte sgargianti. La camicia a righe capo di abbigliamento formale per eccellenza, rivisitato negli anni e presente in ogni armadio, mettetene una anche in valigia in questo periodo di vacanza sia al mare che in montagna. Questo dipende anche dallo spessore e dalla direzione delle righe.

Come abbinare la camicia a righe? Non è cosi difficile, perché in fondo, la camicia a righe da uomo può essere assolutamente adatta sia ad un outfit da ufficio, se abbinata ad un completo classico, che per il tempo libero, da portare in maniera rilassata con un jeans e delle scarpe da barca, oppure indossando dei chinos ed un cardigan. Ed anche, volendo, con un maxi bermuda di gran tendenza e delle sneakers. Per i  fashion victim una camicia a righe con collo butto-down corto e cravatta, sono top su completo colorato giacca e pantaloni; trendy anche ad una cerimonia. Senza calzino e scarpa lucida.Personalmente promuovo la camicia a righe verticali, nonchè la più usata per molteplici motivi. 

Quella a righe sottili è a tutti gli effetti quella più conosciuta, usata ed elegante, e tende ad allungare la figura; a differenza della camicia a righe orizzontali, magari a righe spesse, sicuramente d’impatto visivo, sfiziosa e di moda, ma estremamente insidiosa perché tende ad allargare la silhouette se non indossata nel modo corretto. Le righe verticali stanno bene a conformazioni rettangolari, triangolo e a clessidra. Importante quando si indossa la camicia ed osservate di che tonalità è il colore della riga. Il colore di quest’ultima può andare a richiamare quello dell’abito.

Ad esempio una camicia fondo bianco con riga orange può essere abbinata appunto ad un abito  arancione/ruggine/ bordeaux, oppure nella tonalità dei grigi. Se invece la riga tende sulle tonalità del verde potreste utilizzare un abito sempre in grigio, sia scuro che color ghiaccio, oppure passare alle nuance del beige e dei marroni per giocare su una palette più naturale. O a contrasto come fa Gucci. Restate sempre su colori e tonalità complementari se volete andare sul sicuro ed essere a vostro agio.

Vinicio Mascarello