Moda & tendenze

Le bretelle?
Perfette per chi
non ha pancia

.

Perfette con i jeans e con i pantaloni eleganti, con una camicia bianca o con una sportiva, le bretelle sono un accessorio immancabile nell'armadio maschile, in particolare in quello dei fashion addicted più attenti ai cambiamenti della moda.

Un accessorio hipster e, sebbene questo termine risulti ultimamente un poco abusato, ben riassume il carattere «cool» delle bretelle, contemporaneo e allo stesso tempo vintage.

 

LA STORIA. La loro nascita infatti, risale alla Rivoluzione Francese, quando venivano usate per sorreggere i pantaloni lunghi senza bottoni, tipici dell'abbigliamento di quel periodo. Da allora le bretelle ne hanno fatta di strada, trasformandosi da accessorio utile ad elemento immancabile per un outfit alla moda.

 

Ideatore di questa loro nuova vita fu Albert Thurston nel 1822, che decise di venderle a Londra a Panton Street, nella sua boutique. Oggi la griffe conta un numero sconfinato di modelli e colori. In voga negli anni '40, nel pieno di un clima di rinnovamento, per lungo tempo sparirono poi dai negozi perché nell'immaginario collettivo facevano un po' l'effetto nonno, inserendosi quindi facilmente nel guardaroba dell'anziano.

 

ACCESSORIO DI CHARME. Oggi la situazione si è completamente capovolta, trasformando chi indossa bretelle in un vero uomo di charme. Che, tuttavia, deve fare i conti con un dubbio di fondo: si usano insieme alla cintura? La risposta autorevole arriva da Julien Scavini, che in Francia è una sorta di oracolo in quanto a moda maschile e classe.

La sua opinione in merito a bretelle e cinture comincia innanzitutto con un distinguo: non sono la stessa cosa. Certo, entrambi gli accessori «reggono» i pantaloni, ma non si tratta di oggetti intercambiabili. Perché soddisfano necessità diverse.

Tanto per cominciare, la cintura ferma i pantaloni sui fianchi, le bretelle li sorreggono dalle spalle. L'effetto estetico, quindi, è completamente diverso, sebbene la cintura abbia il vantaggio di potere essere indossata con tutti i pantaloni, adattandosi alla perfezione.

 

BRETELLE O CINTURA. Ma in due casi le bretelle hanno la meglio: quando il pantalone è a vita alta e arriva sopra le anche, e quando il ventre è perfettamente piatto (e pure i glutei), perché lo tengono più «liscio». La cintura invece, potrebbe creare un effetto arricciato sull'orlo, facendolo sembrare vuoto.

 

I MODELLI. Sul mercato se ne trovano per tutti i gusti, dai tessuti più tradizionali a quelli più bizzarri, dal cuoio al velluto, dalla seta al tessuto elastico, così come svariate sono le fantasie, dalle tinte unite classiche o dai colori più sgargianti, alle righe e alle trame geometriche che sembrano essere quelle più richieste negli ultimi tempi.

Infine ci sono quelle con gli occhielli e con le clip e in questo caso la scelta dipende dal tipo di pantalone e ovviamente dall'occasione. Quelle con le clip da agganciare direttamente al giro vita sono più casual, informali, mentre quelle con gli occhielli che si agganciano direttamente ai bottoni del pantalone sono una scelta più formale, elegante, per l'uomo che, sì, vuole essere alla moda, ma che opta per le bretelle anche per comodità.