Moda & tendenze

L'ascesa della canotta bianca: da capo basic a top dell'estate

Le temperature si impennano? Non sono comunque ammesse cadute di stile. Dopo i Birkenstock anche le tank top hanno il loro momento top. Intramontabile la canotta wife beater di Marlon Brando in Un Tram che si chiama desiderio, leggendaria quella di Freddie Mercury. La canottiera bianca, è capo iconico grazie alle celebrità del cinema degli anni ’50 o ’80.   E viste le temperature è tornata in auge nel guardaroba maschile come capo d'abbigliamento in bella vista non solo nelle località di mare, ma in città in un mix&match di stili per chi ha voglia di rinnovare l’abito con un tocco più casual e al di là dei canoni della classicità.
Effetto smart quando si indossa con pezzi  eccentrici: pattern multicolor e fantasie astratte. Soluzione habillè sotto una giacca gessata, un po’ Peaky Blinders un po’ Dolce & Gabbana, per un dress code grintoso. Un look solo all'apparenza poco studiato, ma che trova il suo equilibrio nei tessuti e nelle tinte monocrome. Per creare un ensemble grafico e minimalista: less is more. Sotto alla camicia aperta la canottiera a costine bianca  diventa cosi  un grande classico. Per nobilitarla aggiungete magari un bel blazer di lino blue. Nessuno potrà avere nulla da obiettare. mA rendere questo outfit contemporaneo però ci pensano i buckets hat, in tessuti tecnici e con i loghi dei grandi brand in evidenza.
Tocco cool, il cappello a paglietta e le stringate british, giusto contrappunto raffinato alle braccia scoperte che fanno subito Summer style. Dovete sapere infatti  che l'inossidabile tank top prende il nome dai costumi da bagno interi tipici degli Anni 20 con bretelle ampie, indossati da uomini e donne per fare il bagno nelle vasche (tank, per l’appunto) di piscine e affini.
Tenete poi conto della tonalità del vostro incarnato per esaltare i pregi. Già bisogna tener conto anche di questo. Se avete una pelle scura o olivastra, scegliete contrasti forti: canotta bianca con giacca nera, blu o addirittura rossa senza pero’ strafare né col tipo di rosso né con la frequenza con cui la indossate.  Se avete la pelle chiara è meglio fare accostamenti più sfumati, come una camicia baby blue abbinata a una giacca blue navy. Oppure scegliete tra le varie gradazioni del marrone - caki. La stessa regola vale con la t-shirt, senza maniche sempre total white.
Se invece non siete tipi smanicati e non vi sentiti a proprio agio con la canotta a cena in pieno stile urban, meglio tenere pronta nel guardaroba una camicia con colletto alla coreana, magari in lino beige o bianca. La camicia alla coreana ti libera dal dilemma dello scegliere tra t-shirt e camicia, perché sembra una sintesi delle due. Ottima scelta anche per una cena informale. “Mix and match” è cool. Niente di disordinato e sciatto, ma un armonioso accostamento di stili diversi, di colori diversi e, perché no, di anime diverse. 
 

Vinicio Mascarello