Moda & tendenze

In viaggio ma con stile: dalla valigia all'hotel ecco le regole

In foto Dirndl Lore by Wenger
In foto Dirndl Lore by Wenger
In foto Dirndl Lore by Wenger
In foto Dirndl Lore by Wenger

Passano gli anni ma la magia della scoperta che alimenta un viaggio resta: i bauli mantengono memorie e diventano oggetti di culto vintage da esporre in salotto, mentre lo stile smart business cambia. Sempre meno impicci, vacanze mordi e fuggi, sempre più regole per chi viaggia. Per le fashion victim alla Silvia Berri c'è da fare anche un check dei micro trend da portare in valigia, qualsiasi sia la destinazione.

I PANTALONCINI - Non si possono dimenticare i pantaloncini crochet e le borse di paglia perchè è l'estate dello straw-granny square. Qualsiasi cosa compriate in cotone tricot o in paglia è un trend dal mercato alla boutique ce ne sono per tutte le tasche. Grintose e romantiche le borse, grandi in paglia anche no name, che imitano l'iconica book tote in tessuto di Dior con logo in ripetizione. Perfetta da indossare per andare a fare l'aperitivo, abbinata a una bella camicia di lino oversize e a completi in pizzo sangallo della stilista veneta Giada Castegnaro.

ANTIPIOGGIA - Tra temporali estivi e vento in alta quota meglio non farsi cogliere impreparati mettendo in valigia una giacca antipioggia e antivento. La giacca waterproof di K-way.Da abbinare, allo scarponcino da trekking che potete usare anche in città: ormai è qualche stagione che li vediamo "esplorare" anche le vie del centro di Cortina, anche tra le giovanissime.I

IL TRADIZIONALE DIRNDL - Trendy è indossare pure il tradizionale Dirndl per un ritorno alla tradizione. In un tono di verde pino, così ricorrente nei Trachten da sempre, è abbellito da una fantasia bianca in stile Biedermeier, con righe di piccoli fiori. Il movimento al grembiule è dato dal ricamo a punto smock sotto la cintura. Camminate easy, trekking e tanta, tantissima natura: ovvero, il sogno di ogni appassionato di montagna.

L'AGRITURISMO - Se volete immergevi nel verde della campagna, tra agriturismi e vigneti mettete in valigia il look giusto. Tipo l'abito con corpetto punto a smock. Romantico e girlish, ha le maniche a palloncino e il dettaglio increspato che lo rende davvero speciale. Mentre se avete deciso di dedicarvi alla scoperta di musei e monumenti allora il bucket hat (cappello da pescatore) fantasia è perfetto. E con stampe floreali, paisley o comunque delicate per pic-nic en plein air.

LA VALIGIA - L'idea di valigia è per ognuno, evasione e belle speranze. È forse quello che sperava anche Luis Vuitton nel 1837 quando da Anchay- Francia andò in viaggio a Parigi. A fine '800 il monogramma era già un simbolo di unicità e il baule Vuitton un rivoluzionario oggetto che poteva trasportare il proprio guardaroba senza disfare le valigie un must per l'aristocrazia europea. Inimitabile il The library trunk ideato per Hemingway nel 1927, recuperato nei sotterranei del Ritz a Parigi. La Keepall da uomo non ha età, e la Trolley Horizon è la più vezzosa. Ma se scegliere la valigia può sembrare semplice, "farla" talvolta diventa una vera e propria sfida. Et voilà, le regole (quasi) universali e tutto quello che non deve e non può mancare: pantaloni e jeans fanno da fondo e non si stropicciano. Beauty e medicinali vanno usati come tappabuchi. Piccolo consiglio: guadagnate spazio ed evitate le grinze: le t-shirt vanno arrotolate. Must have: camicia bianca lui, abito nero per lei. 

V.M.