Moda e tendenze

In primavera mettiamoci il cardigan. A metà tra una giacca elegante e un pullover

Esistono delle caratteristiche che definiscono un capo di abbigliamento “intramontabile”, uno di questi è certamente il cardigan in cotone. A differenza dei pullover  più classici, è indossabile in qualunque occasione, di giorno o di sera, grazie alla sua neutralità. Non ha un colore che lo ha reso una icona, non è legato ad un particolare tessuto. Questa  ha fatto sì che il cardigan piacesse a tutti, si adattasse ad ogni stile. Si narra che il creatore di questo capo fu un ufficiale inglese che durante la guerra di Crimea, per  proteggersi dal freddo, realizzò il primo cardigan di lana della storia, tagliando una maglia militare.

Aperta sul davanti con un taglio verticale e togliendone le maniche. Forma senza tempo che però è un must have della primavera. Trecce, lavorazioni a coste, tagli oversize e bottoni retrò hanno riportato il cardigan  tra le tendenze da indossare non solo dei Millennials, ma anche tra gli over fifty. Da portare al posto della giacca, oppure sotto di essa in alternativa ai soliti, girocollo.

A dare lezioni di stile Harry Styles che rispolvera il look grunge anni Novanta portato in auge dal mitico Kurt Cobain o Timothèe Chalamet che ha postato nei social un cardigan profilato nei torni di grigio abbinato a un pantalone da jogging facendolo diventare subito virale per questo mix matchup originale. L'insieme retro' funziona, e rappresenta appieno la capacità di ogni fashion victmin nell'abbinare con nonchalance con outfit composti da mix di pezzi couture ed elementi street o sportivi.  A maglione slouchy per esempio, corrispondono in primis  jeans slavati e dr. Martens basse stringate.

È possibile indossare un cardigan sia aperto che chiuso, non esiste alcuna regola ben definita, ma ci sono due consigli da tenere a mente, che in qualunque modo si decida di indossarlo sarebbe giusto seguire. Se decidete di indossarlo chiuso ricordatevi di lasciare l’ultimo bottone del cardigan sempre aperto, in modo da non fasciare troppo i fianchi. Se invece optate per un cardigan aperto, prestate particolarmente attenzione a ciò che indossate sotto abbinando correttamente i colori tra i due strati per evitare grossolani errori che rendano goffo ogni fisico.  L'importante è che ci sia fantasia, ovvero tutto tranne la solita tinta unita che è un po' scontata.  Aspetto da non sottovalutare è certamente la lunghezza. Un cardigan che copre la cinta ma non le tasche dei nostri pantaloni è probabilmente quello giusto, in caso contrario nonostante la taglia corretta è preferibile cambiare modello soprattutto per conformazioni in gergo rotonde o rettangolari.

A righe, a disegni bandana, logato, finestrato, a losanghe, paisley, pois chi più ne ha più ne metta. Un modo trés génial per regalare nuova vita a un capo classico del guardaroba maschile, ma inesorabilmente relegato nella categoria daddy style o preppy style. Cool il cardigan con zip di Antonio Marras. Da abbinare a bermuda grande trend dell’estate.
Versatili per gli outfit casual:  il cardigan con bottoni in piombo vigore di Polo Club e quello di Uniqlo in pile entrambi in grigio. Fashion, il cardigan borgogna  a sfumature di Missoni.  Divertenti i rombi sul cardigan di Roberto Collina. Senza pensieri  quelli on line su Zalando. I più raffinati i cardigan Santa Cruz multicolore di Etro. Oversize i cardigan di Valentino. Patchwork in lana per Ralph Lauren.

Contrariamente ad un classico maglione che i giovanissimi sono più propensi a scegliere, il cardigan da uomo può abbinarsi quindi facilmente su ogni look da quello più classico, a quello più trendy. Il cardigan da uomo si abbina perfettamente sotto una giacca con camicia e cravatta o con un papillon. Ma anche in un outfit sportivo dove sotto il cardigan si potrebbe indossare una t-shirt (meglio se a righe) con i pantaloni fit. Insomma il cardigan è davvero l’asso nella manica per chi vuole sempre apparire nel giusto modo senza mai sfigurare perchè è anche un capo elegante. E nelle sue versioni più sottili e aderenti può essere utilizzato al posto del blazer. Il mix che preferisco però è quello casual chic: sulla t-shirt con i chinos.
 

Vinicio Mascarello