I braccialetti-semaforo spopolano alle feste in tempi di pandemia

Braccialetti Social Distance (foto Ansa)
Braccialetti Social Distance (foto Ansa)
Braccialetti Social Distance (foto Ansa)
Braccialetti Social Distance (foto Ansa)

Braccialetti-semaforo per evitare momenti di imbarazzo a feste ed eventi nella seconda estate all’insegna della pandemia: stanno facendo trend negli Stati Uniti dove i casi di contagio stanno calando e molte città e stati hanno cominciato a revocare le restrizioni da lockdown.

Abbracciare l’amico quando ci si torna a vedere per la prima volta dopo mesi? Stringere la mano al boss il primo giorno del rientro in ufficio? C’è chi, dopo esser stato completamente vaccinato, è pronto a tuffarsi nel vecchio ordine sociale pre-Covid e chi ancora esita a muoversi nel «new normal» del distanziamento sociale quando la pandemia non è stata ancora completamente debellata ma il vaccino offre uno scudo di protezione. Ed ecco la risposta nei tre brillanti colori che riproducono quelli dei semafori stradali mandando un chiaro messaggio: il «rosso» al polso invita tenere le distanze, il «verde» proclama che baci e abbracci sono benvenuti. Mentre il giallo suggerisce disagio e l’incoraggiamento a frenare le effusioni, limitandosi a esprimere la gioia di rivedersi magari con un colpo di gomito o il bacio a distanza.

Messaggi in codice di una difficile transizione, i braccialetti di plastica colorata, venduti su Amazon a dieci dollari per una busta da tre, nelle ultime settimane sono acquistati da manager di uffici che stanno cautamente riaprendo ai dipendenti o da organizzatori di congressi e altri grandi eventi, ad esempio un matrimonio. Il sistema dei braccialetti è stato testato a un recente congresso dell’associazione americana degli executive di aeroporti a Savannah Georgia: gli organizzatori li avevano ordinati in quantità uguali per ciascun colore, ma tra i 325 partecipanti, molti mascherati, a andare a ruba è stato soprattutto il verde.

Ma il nuovo sistema a semaforo ha creato a sua volta altre fonti di imbarazzo: cosa succede ad esempio quando i «verdi» sopraffanno anche psicologicamente i «rossi», si è chiesto il «Wall Street Journal», riportando la nuova tendenza. L’ambivalenza dei «gialli» può creare incertezze. Ci sono poi i classici camaleonti che non riescono a identificarsi con nessun colore e sono pronti a indossarli tutti, comportandosi a seconda di quel che fa l’interlocutore. Per non parlare di chi non accetta di farsi imporre alcuna regola e abbraccia anche chi non vuole essere toccato.

Alessandra Baldini