La tendenza

Gioielli per lui: anelli, bracciali e girocollo per brillare

La tendenza nell’ambito dell’oreficeria per la primavera 2022 è sicuramente “fluida”. Ciò significa che brillare non sarà più esclusivamente prerogativa femminile, ma anche i gentlemen potranno sbizzarrirsi tra luxury e vanità glam.
Idee nuove e tendenze vengono dalle maison orafe più conosciute che, per la bella stagione, sfoggiano collezioni di preziosi in grado di adattarsi ad ogni stile e rendono protagonista la personalità maschile. Un complemento, quindi, di stile fondamentale: dalle celebs della musica agli sportivi, non è più raro vedere uomini con accessori vistosi intorno al collo o sul polso, oltre all’orologio. È un dèjàvu di moda in effetti, perché l’attenzione per i gioielli maschili di fatto non è mai passata: perché da sempre sono comunque amuleti simbolici basti pensare all’ankh – la chiave della vita – o l’occhio di Horus che sembrava tenessero lontani gli spiriti maligni e fungere da guida spirituale. Amuleti e talismani che emotivamente rassicurano.

Il colore luxury Un gioco vivace dal mood luxury che ben si abbina – è proprio il caso di dirlo – alla tendenza fashion del momento, quella dell'armocromia, teoria del colore in voga sin dagli anni Trenta quando le costumiste di Hollywood iniziarono a concepire il colore come vero strumento di bellezza, tra abiti, accessori e make-up e gioielli appunto. Dettagli pregiati in grado di valorizzare ogni outfit anche quelli i più comfy.  Tra minimalismo design e riferimenti barocchi, la scelta è davvero ampia. Damiani presenta un nuovo charme, ricco di soluzioni tecniche e d’avanguardia, linee eleganti apparentemente classic style. Bulgari ripropone per l’uomo, in chiave rock, il suo iconico Bzero1. L’anello ormai entrato nella leggenda rappresenta l’icona di un simbolo, inspirandosi nelle forme all’anfiteatro più famoso al mondo: il Colosseo. Più audace ancora la linea Serpenti che unisce l’oro in tutte le sue sfumature ai diamanti e alla madreperla. Interessanti le proposte di Antorà, BaraKà, Crivelli ed Inbilico, ma soprattutto Raspini. La tendenza maschile in ambito jewellry è sicuramente quella che favorisce anelli e girocollo con pendenti importanti. Oro protagonista,  ma si fa ben accompagnare da materiali più strong come l’acciaio o la pelle, con lavorazioni sottili o maglie a nodo alla marinara. In questo mood il look ha più carattere  enfatizzando i propri gusti in materia di stile e sottolineando con vigore alcuni aspetti della personalità. Ma guai ad eccedere (a meno che non siate su un palcoscenico). Come ci racconta l'imprenditore vicentino, Luca Rigon, che con il suo omonimo brand crea sogni preziosi per ogni gusto: «Vestibilità quotidiana e personalizzazione. Quando creo un gioiello, immagino sempre a chi lo indosserà.  l’equilibrio del gioiello tra stile e praticità è un punto di incontro a cui non rinuncio. Il gioiello è qualcosa che mette il punto a un completo e lo rende ancora più originale: quindi non può essere sfarzoso, soprattutto se declinato nella vita di tutti i giorni». Rigon punta tutto sulla sartorialità, altro elemento chiave nella scelta e nella creazione del gioiello per lui in questo 2022: «Certamente tecnica e tradizione risultano imprescindibili, ma il vero valore aggiunto sta nel sapere interpretare lo spirito del tempo e quindi creare dei pezzi unici in grado di rispecchiare il desiderio di chi li indossa».

Il ritorno del più classico dei bracciali, ma con brio Quando si parla di gioielli per lui, c’è un pezzo davvero intramontabile che negli ultimi anni ha riacquistato successo a livello di pubblico, complici anche i numerosi vip ed influencer che l’hanno sfoggiato con orgoglio. Si tratta del bracciale tennis: un accessorio unico e intramontabile, che sta bene a tutti e in ogni occasione, da sfoggiare non solo nella più classica versione in diamanti e oro bianco, ma anche con pietre preziose e colorate come il cobalto blu e o gli spinelli neri, incorniciati da oro rosa e giallo. Il colore è qualcosa di straordinario, capace di influenzare la nostra anima, come diceva Kandinsky. Per questo, dicono gli Industry experts, le pietre colorate sono cosi accattivanti e ritornano anche nella gioielleria maschile. Si abbinano ai tratti, agli abiti, ai momenti della giornata e alle occasioni. E sono la chiave per dare brio alla fisicità maschile. Sia che un fisico sia cerchio, quadrato o trapezio. Come va tanto in voga di dire.  Dalle più iconiche, come rubini, zaffiri e smeraldi, alle colorate e di tendenza, come gli spinelli, il topazio blu London, le ametiste, la morganite o la rubellite, sono dotate di fascino e bellezza, in grado di influenzare l’umore e la sicurezza di un uomo.
 

Vinicio Mascarello