Moda & tendenze

Cappotti da uomo: ecco i nuovi modelli per affrontare la stagione più fredda

Cappotto oversize o slim. L’indecisione sta nel fatto che il look per l’uomo rischia di cadere spesso nel banale se non si hanno le idee chiare. Nero e grigio, comfort zone del guardaroba, da sempre soffocano blu e verde. In questo periodo però potete giocare con il layering  (gli strati sono essenziali per creare mix versatili, fa caldo, fa freddo che mi metto?!) e i colori neutri e caldi unici per movimentare l’outfit soprattutto con il cappotto corto. Il calore di un overcoat nella praticità di una giacca visto che arriva l'autunno. Il cappotto da uomo che è il capospalla di tendenza da sempre.

Iniziano i primi freddi: ecco il cappotto 

Doppiopetto o monopetto, a tre o quattro bottoni oppure cinturato, con collo a revers, a camicia, o anche con il cappuccio. È costruito come un trench, con tutti i suoi dettagli distintivi compresa la cintura in lana. La cintura del cappotto poi è ritornata tanto di moda, quindi potete modificare anche il cappotto vecchio con questo semplice accessorio e o eliminarla proprio.

I cappotti griffati

Tanti invece i modelli corti che si vedono addosso alle celebrity testimonial dei grandi brand o nei social. Taglio sartoriale e vestibilità boxy per il modello doppiopetto firmato Dolce&Gabbana realizzato in lana a motivo macro Principe di Galles (scozzesi, tartan e le divise inglese saranno molto in voga dopo la scomparsa della Regina c’è un ritorno nostalgico old style). Quelli di Prada hanno silhouette accoglienti con spalle scivolate, sia nella versione doppiopetto - in pelle nera spalmata effetto vernice, con doppio colletto e maxi bottoni di metallo - che in quella di tessuto goffrato tipo bouclé, in tonalità pastello con colletto a camicia e piccoli bottoni a pressione.  Un moderno Montgomery, con cappuccio e fasce in velcro al posto degli alamari, il nuovo cappotto corto invece firmato Burberry sempre originale.

I cappotti corti

Revers arrontondati e orli bordati di passamaneria per i caban corti dell'ultima collezione maschile Dior sempre chic. Vestibilità oversize e sartoriali quindi fanno la differenza in questi cappotti. Vistosi quindi per non passare inosservati, i cappotti corti vanno portati sia al lavoro che in serata sono perfetti in un matchup cool. Tra le nuances che vanno per la maggiore: verde, senape, rosso e blu navy. Nuances militari sono ricorrenti in tutte le collezione maschili. Cercate se siete tipi eccentrici modelli dai tagli generosi a quadri in versione over, che sono top. Comodi e facili da indossare, sia su un abbigliamento casual che su eleganti completi da sera.

Il look perfetto per ogni momento della giornata

Le parole d’ordine  quindi per la scelta, sono sempre però le stesse: stile e personalità per un outfit perfetto in ogni momento della giornata. Basta puntare su un blazer blu, da indossare sul cardigan mattone e sulla t-shirt bianca. I chinos pratici, ma eleganti nelle stesse tonalità si abbinano poi alla perfezione. Ai piedi, un paio di desert boots ma soprattutto un cappotto corto adatto anche con lo smoking. 

Lo stile urban del blouson

Per un look urban, invece un blouson con manica a kimono e maxi tasche a toppa è una scelta ideale soprattutto se sopra c’è un short coat nero. Il segreto infatti è mixare un capo dal design comodo, da abbinare a un girocollo in lana e pantaloni pigiama dalla silhouette baggy e il cappotto corto sopra. Oppure, se preferite un outfit ancora più casual, provatelo sopra un paio di pantaloni cargo. L'abbinamento invece con una blusa leggera a collo alto, insieme a pantaloni eleganti texturizzati e dal fit leggermente over - tutto nelle nuances del grigio - da vita a un outfit estremamente chic dal gusto street. 

Come osare con i colori

Vi suggerisco di osare con le cromie del capospalla, mentre di tenere i capi sottostanti su tonalità neutre e linee basiche. Regola che vale soprattutto per l'abbigliamento formale, dove è lecito comunque l'abbinamento a un caldo dolcevita monocromo.  Prendete a esempio i look di Bryan Boy o di Pharrell Williams: il classico rinasce in chiave street in abbinamento a felpe in jersey con maxi grafiche, pantaloni baggy e anfibi o sneakers high-tops. Azzardato quello fluo. L'overcoat teddy e piedipull sono più ricercati, soprattutto nelle versione biscotto. 
 

Vinicio Mascarello