Moda & tendenze

Armocromia: come indossare i colori moda della primavera-estate 2022

Sono quattro, a mio avviso, i colori must-have della moda per lui dei prossimi mesi: verde vivace, blu elettrico, arancione e giallo portano una sferzata di energia, anche nelle fantasie a righe e stanno bene sia ai mori quanto ai biondi merito anche di un grado di abbronzatura. Molto di moda gli sfumati dai colori contrastanti, come giallo verso il rosa, arancio e verde e tra i trend più cool dell'estate l'effetto tie dye. Via libera a tessuti leggeri, da indossare comfortable, appunto. Tagli sicuramente over da abbinare in modo grintoso, ad un look urban  soprattutto, in contrapposizione come da Loewe in chiave retrò  con i famosi baveri alla marinara. Una tendenza riguardo allo stile comfy è il ritorno dei completi cardigan e sotto giacca in cotone. Che possono andare bene a tutti.  La tendenza sia degli stilisti che per i consulenti di immagine è comunque personalizzare al massimo l’outfit. Che stagione sei e che forma hai, sostituiscono taglie e peso. Intensità e contrasto le nuove parole d’ordine. Analisi del volto e della figura entrano nel nuovo linguaggio dell'outfit perfetto. 

Pastelli oppure verde vivace? Il dilemma genera discussioni: la voglia di gioia della prossima estate (libera da Covid e guerre, speriamo) sicuramente si riflette nei colori da indossare. Come nel caso delle tinte pastello, dal rosa sdoganato per il guardaroba maschile e divenuto genderless, al blu reale di Armani. Colori da abbinare a sfumature neutre dal bianco-burro o cipria. Belli anche il rosa cherry da indossare swich con il giallo e il verde sottobosco. Io personalmente trovo il verde Valentino per l’uomo un azzardo vincente delle ultime sfilate.

Mix & match di stili ma anche di colori. Materiali e fantasie ci accompagnano ad una nuova identità: Missioni e Benetton hanno fatto scuola. Avete presente Blanco e Mahmood a Sanremo?(outfit The Attico e Fendi)Ecco: un po’ pop contemporaneo. Questa centrifuga di colori e stili si contrappone, in un certo senso, ad un nuovo active-wear  undergrund, anni ’90 tra tasconi e marsupi su tessuti pregiati, come quelli ideati da Giovanni Bonotto. I guanti sportivi senza dita in pelle l’accessorio cool. Sermoneta Gloves  propone quelli in nappa sfoderata color cioccolato.

Comfy white e cipria. Per non sbagliare le comfort zone del bianco e beige e del rosa cipria permettono di indossare in modo disinvolto capi che diventano basici e quindi sempre corretti. Soprattutto maglioncini e pullover in cotone abbinati a comodi pantaloni con coulis magari grigi.

Green iperactive. I colori verdi sono invece i protagonisti dell’abbigliamento sportivo, soprattutto legati ai materiali tecnici ma vicini alla natura e alla sostenibilità. Sportivo minimale, che piace e va bene in ogni occasione di allenamento in remoto da casa o in giardino. Tessuti tecnici  con materiali circolari realizzati con il 40% di cotone e il 45% di poliammide. Primeggiano i capi di Cos come la relaxed sweatshirt e la structured hoodie.

In sostanza, non esiste un colore “vietato” per un uomo che vuole indossarlo. L’importante appunto è sentirsi bene con se stessi, se no il linguaggio del corpo ci tradirebbe subito: impacciato o fuori posto mai, piuttosto sopra le righe. Nulla deve essere però lasciato al caso quando si parla di palette di colori. Individuare le tonalità e le sfumature più armoniose da indossare non è sempre facile, ecco perché il nero vince spesso su tutto soprattutto per i più insicuri.

Discreto, profondo, modaiolo, elegante minimalista il nero si accorda a molte situazioni e stagioni. Pratico, il nero si accosta facilmente con gli altri colori senza il timore di abbinamenti fantasiosi. Considerato un passe-partout senza passare inosservato.  Il nero valorizza il fisico anche quello cosi detto a forma rettangolare o triangolare. È noto che un capo dal gusto fit faccia sentire capaci di tutto, sia la percezione altrui della propria self-confidence.

Vinicio Mascarello