Moda

Addio a Giusy Ferrè, icona del giornalismo di moda italiano

È morta nella notte a 75 anni Giusi Ferrè, storica firma della moda italiana e giornalista. Sue le fortunate rubriche Buccia di banana (diventata anche un libro e un docureality) e Tocco di classe. Nata a Milano 76 anni fa, ha scritto per Epoca, Linea Italiana, Linea Sport, L’Europeo. Tra le sue opere Timberlandia (1987), Alberta Ferretti: lusso, calma, leggerezza (1998), Gianfranco Ferrè: la poesia del progetto (1998), Gianfranco Ferrè: itinerario (1999), Now and…Moncler 1952-2002 (2002) e Buccia di Banana: lo stile e l’eleganza dalla A alla Z (2012).

I capelli corti e rosso acceso, i vestiti neri, la nota giornalista - uno dei pochi volti della moda capaci di travalicare i confini del settore - sapeva unire con ironia severità e acume.  Iconica come Anna Piaggi e poche altre, tagliente come nessun’altra, Giusi Ferrè  fu la prima a intervistare Miuccia Prada. In tv aveva anche fatto parte della giuria del programma
Italiàs Next Top Model. Tra i suoi ultimi lavori, Giusi Ferrè ha raccontato anche Giorgio Armani, l’uomo e le rivoluzionarie idee sullo stile femminile, nel libro del 2015 "Giorgio Armani, il sesso radicale" In molti oggi piangono non solo l’esperta di tendenze, ma la persona.

«La sua penna e il suo sguardo sul mondo così brillanti e unici mancheranno: Giusi Ferrè se ne va e il giornalismo e la moda perdono un grande punto di riferimento. Addio a una donna dallo stile inconfondibile». Così il Sottosegretario di Stato per la Cultura Lucia Borgonzoni sulla scomparsa della giornalista milanese Giusi Ferrè.  «Cara Giusi, sei stata un’amica, discreta e leale. Mi mancherà molto la profonda sensibilità con cui sapevi raccontare il mio pensiero e il mio lavoro. E mi mancheranno la tua ironia, lo spirito critico, la tua risata squillante» così Giorgio Armani. «Con affetto - conclude oggi Armani - sono vicino alla tua famiglia in questo momento di dolore».