Moda & tendenze

Abito: formale sì o no. Dipende da che cosa si indossa sotto

«La moda è l’armatura per sopravvivere alla realtà della vita quotidiana». Così disse Bill Cunningham, grande fotografo. Un look solo all'apparenza poco studiato, ma che trova il suo equilibrio nei tessuti e nelle tinte monocrome. Per creare un ensemble grafico e minimalista: "less is more". A rendere questo outfit contemporaneo però ci pensano i tessuti tecnici e con i loghi dei grandi brand in evidenza. Ogni uomo ha bisogno di avere almeno qualche completo di base nell’armadio, da indossare in ufficio, nel tempo libero o per una cerimonia.

La tonalità dell'incarnato per esaltare i pregi

Già bisogna tener conto anche di questo. Se avete una pelle scura o olivastra, scegliete contrasti forti: canotta bianca con giacca nera, blu o addirittura rossa senza però strafare né col tipo di rosso né con la frequenza con cui la indossate. 
Se avete la pelle chiara è meglio fare accostamenti più sfumati, come una camicia baby blue abbinata a una giacca blue navy. Oppure scegliete tra le varie gradazioni del marrone - caki. La stessa regola vale con la t-shirt, senza maniche sempre total white.

La camicia con colletto alla coreana

Se invece non siete tipi da t-shirt a cena in pieno stile urban, meglio tenere pronta nel guardaroba una camicia con colletto alla coreana. La camicia alla coreana ti libera dal dilemma dello scegliere tra t-shirt e camicia, perché sembra una sintesi delle due. Ottima scelta anche per una cena informale. 

“Mix and match” è cool

Il materiale in cui è realizzato il completo da uomo è fondamentale e gioca una buona parte dell’outfit. La lana o il cotone non devono mai essere stretch, se si vuole un look essenziale ed elegante. L’ideale è un medio peso di buona qualità che ricada dritto e senza pieghe. Per la primavera estate sarà preferibile un misto seta, cotone o lino; per l’autunno inverno è da preferire il misto cachemire o la flanella, gessato, check o tinta unita.

Nuances pastello e taglio sartoriale

La moda menswear 2023 sancisce il ritorno delle nuances pastello. Soprattutto sotto forma di blazer sartoriali ed eleganti. Tuttavia esistono alcune regole che ci permettono di capire qual è il completo da uomo ideale. Se l’abito maschile rispetta queste norme, allora nel 90% dei casi è quello giusto.

Il taglio è essenziale e fa la differenza soprattutto se è sartoriale: deve essere sempre lineare e tendente al sottile. No ai tagli costringenti e troppo slim, ma anche a quelli oversize: semplicemente deve vestire alla perfezione. Il volume in eccesso tende a far apparire il look trasandato, così come quello in difetto. Una linea classica e armonica contribuisce a farci apparire eleganti sempre, ma deve essere studiata per il proprio corpo. Ecco perché è meglio prediligere completi sartoriali e di buona fattura.

Pantaloni, lunghezza e cavallo

I pantaloni del completo da uomo non devono mai avere un cavallo troppo basso. Questo perché la camicia deve sempre scomparire sotto la giacca, per un look davvero elegante. Un trucco di stile che si adatta a tutti i fisici, alti o bassi, asciutti o in carne. La lunghezza? Sempre a filo della scarpa abiti da uomo troppo lunghi o troppo corti risultano antiestetici e perdono di raffinatezza.

Vinicio Mascarello

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a Il Giornale di Vicenza e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de Il Giornale di Vicenza, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati