<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

L'esordio teatrale di Sokurov

Conversazioni - Il teatro e le arti
Conversazioni - Il teatro e le arti
Conversazioni - Il teatro e le arti
Conversazioni - Il teatro e le arti

C'è chi vede nelle nuove sfide un ostacolo insormontabile e chi le considera nuova linfa per la propria creatività. Deve pensarla così anche Aleksandr Sokurov, regista russo di fama internazionale, riconosciuto come uno dei maestri del cinema contemporaneo, che quest'anno, in occasione del 69° Ciclo di Spettacoli Classici – Conversazioni 2016, si cimenterà con la sua prima regia teatrale, proprio al Teatro Olimpico di Vicenza.

Lo spettacolo, dal titolo Go. Go. Go., sarà ispirato a Marmi, unica pièce per il palcoscenico del premio Nobel Iosif Brodskij. Un testo metafisico, in cui due prigionieri opposti per origine, cultura e carattere, si ritrovano segregati in una vertiginosa e sofisticata torre, dove tutto ciò che li circonda risulta puro artificio tecnologico. Un testo veloce e incessante, in cui il limite fra realtà e finzione si fa sempre più effimero fino al completo annullamento. Un testo che ben si sposa al cinema di Sokurov, nel quale visionarietà e impianto onirico si intersecano in modo originale con la storia, le arti figurative, il teatro e, in questa occasione, anche con alcune figure iconiche del cinema italiano.

Vero spettacolo in divenire, Go. Go. Go. prenderà forma proprio nel territorio vicentino dove, nei giorni scorsi, si sono tenute le audizioni per definire il cast che debutterà in anteprima mondiale il 28 settembre, alle ore 20.30, in replica dal 29 settembre al 2 ottobre, presso il Teatro Olimpico.

Suggerimenti