Cornedo Vicentino

Lo chef denunciava di essere sottopagato. Il titolare mostra le buste paga e lo querela

Il gestore del locale ha querelato l'ex dipendente: «mensilità oltre i 1000 euro»
Il ristorante Vhc a Cornedo: domenica il locale festeggerà un anno di attività
Il ristorante Vhc a Cornedo: domenica il locale festeggerà un anno di attività
Il ristorante Vhc a Cornedo: domenica il locale festeggerà un anno di attività
Il ristorante Vhc a Cornedo: domenica il locale festeggerà un anno di attività

Aveva affermato di essere stato pagato 100-200 euro al mese per lavorate 80 ore a settimana in un ristorante di Cornedo Vicentino, ma ora è l'ex titolate dello chef Yuri Zaupa a smentire, carte alla mano, le parole del suo dipendente.

Leggi anche
«Chef sfruttato e pagato poco? No, è lui che ci ha diffamati». E il ristorante lo querela

Attraverso il suo legale, Stefano Grolla, Federico Vencato fa sapere di aver sporto querela nei confronti di Zaupa, sostenendo di aver avviato «una attività, che gli è costata un grosso investimento di denaro e lavoro» e di aver «sempre adempiuto correttamente ai propri oneri giuslavoristi».

Ai Carabinieri di Valdagno il ristoratore ha prodotto le buste paga «che attestano come Zaupa - secondo il suo legale - abbia ricevuto correttamente ogni mensilità, con compensi tutti superiori ai 1.000 euro, in ottemperanza di quanto previsto dal suo regolare contratto di lavoro».

Grolla nega che l'ex chef abbia «fatto 80 ore di lavoro a settimana e il contratto non prevedeva un ammontare di 16 ore bensì di 24". Si tratta, per il legale, "di dati documentali e non interpretabili».