<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Il 4 e 5 luglio

Vicenza protagonista a "Emergente Chef" con Vitevis e Ranzato

Ci sarà anche un concorrente vicentino al concorso Emergente Chef 2023 competizione-evento organizzata da Witaly e dal gastronomo Luigi Cremona, che richiama un grande numero di appassionati e operatori del mondo della ristorazione di alta qualità. Alla competizione di cuochi under 30 italiani, che si svolgerà il 4 e 5 luglio a Milano nella prestigiosa Villa Terzaghi, sede istituzionale del progetto didattico promosso dall'Associazione Maestro Martino presieduta dallo chef Carlo Cracco, parteciperà anche il sous-chef Giacomo Ranzato del ristorante Ca'Apollonio Heritage di Romano.

E oltre al giovane talento alla corte dello chef Alessio Longhini, ci sarà un altro protagonista vicentino alla kermesse del 4 e 5 luglio, Vitevis, la società cooperativa veneta con sede a Gambellara, che raccoglie 1350 viticoltori su 2800 ettari di vigneto tra le province di Verona e Vicenza, sarà main sponsor di Emergente Chef 2023 ed Emergente Pizza 2023, nella tappa dedicata ai giovani talenti della cucina del Nord Italia.

In questa occasione Vitevis diventa promotore di un importante premio per la sostenibilità che verrà assegnato ad uno chef e ad un pizzaiolo dalla giuria di selezionati esperti. Verrà valutata la capacità di applicare i principi di sostenibilità nei piatti proposti. Oltre al Premio Sostenibilità, verrà assegnato anche il Premio al Miglior Abbinamento Piatto-Vino: ogni concorrente sarà infatti chiamato a scegliere il vino della selezione Vitevis che meglio si sposa con il piatto o la pizza proposti alla giuria.

«Vino e ristorazione vanno di pari passo e la ricerca dell'eccellenza in entrambi i campi è ciò che caratterizza le richieste sempre più esigenti del consumatore internazionale negli ultimi anni. Ciò ci spinge a continuare a ricercare una qualità sempre migliore e a portarla in tavola in abbinamento a degli eccellenti piatti, come quelli che vedremo durante la competizione», spiega il direttore di Vitevis Alberto Marchisio. «Ci siamo trovati inoltre a proporre un premio per la Sostenibilità, perché la nostra cooperativa lavora da anni in questa direzione ed è sensibile a questa tematica. Il 50% della produzione è SQNPI e il nostro gruppo di agronomi lavora su un progetto di ottimizzazione dell'uso dell'acqua e della concimazione sulla varietà Pinot Grigio e da quest'anno anche Glera».

Alberto Tonello