A Montecchio Precalcino

Veneto 360°, la Festa dei vignaioli "Particelle" con il food gourmet

Degustazioni, assaggi, ma anche parole scambiate direttamente con i produttori, per conoscere i metodi e i segreti della produzione del vino naturale. È quanto previsto per l'evento "Veneto 360° - Festa di una notte di mezza estate", in programma venerdì 22 luglio a partire dalle 18 a villa Le Forge di Montecchio Precalcino. L'iniziativa è organizzata dal network di vignaioli "Particelle" (Alberto Pretto di Old Boy e Tenuta L'Armonia), che raccoglie una quindicina di produttori quasi tutti dalla provincia di Vicenza.

«Particelle nasce per unire un gruppo di vignaioli che vogliono portare avanti un concetto di vino sano e di viticoltura sostenibile - spiega Giovanni Cosaro, responsabile commerciale Italia della tenuta L'Armonia di Montecchio Maggiore, di cui è titolare il vulcanico Andrea Pendin -. Il vino è importante, crediamo molto in questo settore, ma l'idea è anche quella di puntare sui rapporti umani, sulle persone che sono dietro al mondo del vino e sulle idee che esse portano in questa dimensione».

Quest'anno l'evento organizzato a Montecchio Precalcino allargherà il focus oltre il Vicentino, ospitando oltre 20 produttori del Veneto, ognuno con un proprio banchetto. Il pubblico potrà così degustare i vini e parlare con ciascun vignaiolo, conoscere la sua filosofia e i suoi metodi di produzione. Ci sarà spazio anche per alcune proposte gastronomiche, tra cui il punto "Tocio Bread", con i panificati di Giulia Busato, già concorrente di Masterchef, quello de "Il pastificio di Vicenza" di Andrea Danese. Nella splendida cornice della villa, l'evento sarà coronato dalla musica di uno speciale dj set. L'evento nasce per dare la possibilità ai vignaioli di unire le forze e crescere tutti insieme. L'obiettivo è quello di fare squadra per portare il mondo del vino naturale in giro per l'Italia. Queste le cantine partecipanti: Ananda di Edoardo Sacchetto, Casa Belfi, Antica Valpollicella, Garganuda, Martinelli, Insolente, Old Boy, Matervi, Calalta, Basaltica, Dalle Ore, Stefano Menti, Berardo da Schio, Guglia, La Guglia, Costadilà e Barba Boyz.
«L'unione fa la forza - conclude Cosaro - promuovere il vino naturale assieme è più facile che come singoli produttori».

MA.CA.