Nuova legge in Cina: se al ristorante non mangi tutto paghi una tassa

I legislatori cinesi hanno votato oggi per l’adozione di una legge a contrasto degli sprechi alimentari. La delibera è avvenuta nel corso di una sessione del Comitato Permanente dell’Assemblea Nazionale del popolo.
La legge entrerà in vigore alla data di promulgazione e secondo il testo, i fornitori di servizi di ristorazione possono far pagare ai clienti che lasciano quantità eccessive di cibo nei piatti una tassa di smaltimento il cui ammontare deve ancora essere reso pubblico.

In Cina vengono sprecati ogni anno circa 18 miliardi di kg di cibo nel settore della ristorazione urbana, come attesta un rapporto basato su una ricerca di settore a livello nazionale effettuata dai deputati dell’Assemblea.

Inoltre nel rapporto si legge che nel Paese vi è anche a una perdita di cereali pari a 35 miliardi di kg nelle fasi di pre-consumo che comprendono stoccaggio, trasporto e lavorazione.