Degustibus

I premi della Guida: migliore pizzeria, la targa va a "Fattore F"

È una delle 14 eccellenze della Guida al mangiare e bere bene in vendita nelle edicole e alla libreria Galla
Da sinistra Riccardo Furlani, Francesco Savarise e Massimiliano Fraccarolo
Da sinistra Riccardo Furlani, Francesco Savarise e Massimiliano Fraccarolo
Da sinistra Riccardo Furlani, Francesco Savarise e Massimiliano Fraccarolo
Da sinistra Riccardo Furlani, Francesco Savarise e Massimiliano Fraccarolo

La lettera "F" è quella che più li rappresenta. Non solo perché risulta essere l'iniziale dei loro cognomi, ma perché con la effe iniziano le parole farina, fermentazione e fragranza. Stiamo parlando del 34enne Riccardo Furlani e del 26enne Massimiliano Fraccarolo titolari della pizzeria "Fattore F", in viale Giuriolo. Ai due soci, alla loro attività e soprattutto ai loro prodotti va la targa delle eccellenze 2023 come "Migliore pizzeria di Vicenza" secondo la "Guida al mangiare e bere bene a Vicenza e in Veneto", edita dal GdV e curata dal giornalista Alberto Tonello.

«Ci conosciamo da una vita perché siamo amici di famiglia - commentano Fraccarolo e Furlani, originari di Alte Ceccato -. Quello che da sempre ci ha accomunato è la passione per la pizza. Terminate le scuole entrambi abbiamo fatto le nostre esperienze lavorative in pizzerie e ristoranti, partendo anche dal ruolo di lavapiatti. Poi, nel febbraio 2019, abbiamo aperto "Fattore F". A caratterizzarci sono gli impasti, al momento di tre tipologie: il Naturale, in stile partenopeo, la Spontanea, in idrolisi e senza lieviti aggiunti dunque particolarmente digeribile, e la Sensazione, con impasto alto e lievito madre. Quest'ultima è il nostro cavallo di battaglia. Per quanto riguarda gli ingredienti, abbiamo una parte del menù che resta invariata e un'altra che varia ogni quattro mesi seguendo la stagionalità delle verdure. Puntiamo infatti a valorizzare i prodotti del territorio».

E dopo aver aperto "Fattore F" i due vicentini hanno deciso di testare anche un nuovo concept di pizzeria con il vicino "Bacaro della pizza" che, come suggerisce il nome, ricorda un'osteria veneziana solo che al posto di cicchetti e spunciotti la clientela può scegliere tra diversi gusti di "tocchetti" di pizza.Alle pareti e sui cartoni dell'asporto le illustrazioni di Ale Giorgini.

Il premio targato Il Giornale di Vicenza è stato consegnato alla presenza di Francesco Savarise, uno dei due titolari del marchio di pomodori "L'Oro del Vesuvio", sponsor della targa. «Siamo orgogliosi di ricevere questo riconoscimento - chiudono i due pizzaioli -. Una soddisfazione enorme che condividiamo con il nostro staff». «Premiamo la determinazione, la bravura e la scelta di prodotti di qualità", ha specificato Savarise.

Cliccando sul tasto “Abbonati” potrai sottoscrivere un abbonamento a Il Giornale di Vicenza e navigare sul sito senza accettare i cookie di profilazione.

Se preferisci invece continuare ad avere accesso gratuito a parte dei contenuti del sito, sostenendo comunque il lavoro dei giornalisti, tecnici e grafici de Il Giornale di Vicenza, accetta i cookie di profilazione cliccando "Accetta e continua": ti verranno mostrati annunci pubblicitari in linea con i tuoi interessi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy.

Abbonati