Wine e Food

Coltivare l'orto biologico, si impara su Zoom. Boom di iscritti da tutta Europa

Corinna Raganato, di Castelfranco Veneto, agrotecnica laureata in Scienze Ambientali al Cà Foscari di Venezia
Corinna Raganato, di Castelfranco Veneto, agrotecnica laureata in Scienze Ambientali al Cà Foscari di Venezia

I contadini dell’era digitale imparano l’orticoltura on line, in tempi di pandemia, attraverso Zoom. Protagonista di questa iniziativa è Corinna Raganato, di Castelfranco Veneto, agrotecnica laureata in Scienze Ambientali al Cà Foscari di Venezia, docente di percorsi formativi on line per aspiranti orticoltori biologici. La sua iniziativa ha fatto il tutto esaurito con partecipanti da tutta Italia e anche dall’estero: si sono collegati su Zoom da Strasburgo, Praga, Berlino e dal Portogallo, che dimostrano il crescente interesse per l’orticoltura biologica.

Il percorso per gli aspiranti ortolani si è svolto in 6 lezioni da un’ora e mezza ciascuna attraverso slides, foto e video per imparare il metodo di coltivazione biologico e agroecologico dell'orto: come fertilizzare, irrigare, come impostare le aiuole evitando fenomeni di infertilità come la crosta e il compattamento.

Corinna Raganato fa anche parte del direttivo provinciale del collegio degli agrotecnici di Treviso ed è tecnico controllore di agricoltura biologica abilitato dal Mipaaf. Il suo percorso sull'orto biologico ha il sostegno della Scuola Esperienziale Itinerante di Agricoltura Biologica (una scuola per aspiranti agricoltori e tecnici biologici professionisti)

«Durante la pandemia la gente ha capito che coltivare l’orto nel giardino di casa è un’opportunità: ci si garantisce l’autosufficienza alimentare - spiega Raganato -. Il percorso è rivolto a tutti, sia ad orticoltori esperti che a principianti assoluti dell’orticoltura con l’obiettivo di fornire conoscenze di base sulle principali tecniche di coltivazione biologiche applicando i principi dell’agroecologia».