Altavilla Vicentina

Vigile del fuoco salva Noè, il cane caduto in una cavità di 15 metri

Il setter Noè dopo il recupero, con il suo proprietario e i vigili del fuoco intervenuti per il soccorso
Il setter Noè dopo il recupero, con il suo proprietario e i vigili del fuoco intervenuti per il soccorso
Il recupero del setter Noè

Intrepido salvataggio questa mattina per un vigili del fuoco che si è calato in una stretta cavità naturale per recuperare un setter inglese caduto accidentalmente nell'incavatura del terreno durante un'addestramento. Poco dopo le 9, i vigili del fuoco sono intervenuti sulle colline di Altavilla Vicentina per il salvataggio di Noè, il setter caduto in una piccola fenditura profonda oltre 15 metri. L’animale era in compagnia del suo padrone per addestrarsi, quando è scomparso alla vista dello stesso. Il proprietario, dopo un po’ di tempo è riuscito a localizzare l’animale attraverso la sim indossata dal cane. Noè era caduto in una cavita naturale del terreno estremamente stretta e poco visibile a causa della presenza di vegetazione.

 

 

I pompieri arrivati con una squadra hanno subito richiesto l’invio del personale specialistico SAF (Speleo Alpino Fluviale). Un operatore si è calato, non senza difficoltà, nella stretta fenditura, riuscendo a raggiungere l’animale. Noè è stato imbragato ed è iniziata la salita con il cane che è stato guidato dall’operatore SAF nei passaggi più stretti fino a raggiungere la superficie. Il setter senza nessuna ferita è stato consegnato al proprietario.  I vigili del fuoco hanno proceduto alla segnalazione al Comune di Altavilla Vicentina della pericolosa voragine. Le operazioni di soccorso sono terminate a mezzogiorno circa.