Amici di Noè

Cani anti Covid ai concerti dei Metallica per tenere lontano il virus

Non solo mascherine FFP2 e disinfettante per le mani. In tempi di pandemia i Metallica, per salvaguardare il loro tour dal Covid, hanno messo in campo anche i cani addestrati a fiutare il virus negli esseri umani. Come riporta Rolling Stone, la band di heavy-metal si era affidata agli speciali quattro zampe dell’azienda Bio Detection K9 in Ohio solo per i concenti di Fort Lauderdale e di Atlanta, poi però, visto che l’esperimento aveva avuto successo, ha deciso di usarli anche per gli show del 40° anniversario del mese scorso a San Francisco, di fronte a quasi 20 mila persone.

 

 

A spiegare alla rivista il funzionamento dei cani anti-Covid è stata la stessa azienda fornitrice: i membri della band, staff e persone che transitano nel back stage (si parla di centinaia) devono indossare una mascherina per almeno dieci minuti, poi toglierla e farla annusare al cane. Se l’animale si siede immobile davanti al soggetto, significa che ha trovato qualcosa ed essendo stato addestrato a distinguere fra il Covid-19 e una semplice influenza, la probabilità che abbia fiutato il virus è piuttosto alta. La Bio Detection K9 era già stata utilizzata per eventi di automobilismo e basket dalla Nascar e alle partite dei Miami Heat.