La polizia provinciale
salva un capriolo

Una femmina di circa due anni rischiava di finire in statale
L'intervento della polizia provinciale
L'intervento della polizia provinciale

VICENZA. Ancora un salvataggio di caprioli ad opera della Polizia Provinciale di Vicenza. E' successo venerdì scorso, a Cornedo Vicentino, quando una famiglia di via Zanella ha contattato gli agenti per segnalare la presenza di un esemplare di capriolo femmina di circa 2 anni nel giardino della propria abitazione. Sul posto si sono così presentati tre agenti del distaccamento di Montecchio Maggiore, che hanno catturato l'animale con le reti per trasferirlo, dopo averlo ingabbiato, sulle colline circostanti, dove è segnalata la presenza di diversi branchi di questa specie.

"Più che timore – sottolinea Francesco Nassi, responsabile del nucleo castellano – era forte la preoccupazione che il capriolo potesse finire in strada, provocando danni a se stesso e agli automobilisti di passaggio. La casa, infatti, si trova proprio sulla SP 246". Eventualità scongiurata dall'azione tempestiva degli agenti in verde

MULTATO PER DISCARICA ABUSIVA. A Montebello, sempre nei giorni scorsi, un'altra pattuglia rinveniva 5 sacchi neri di nylon, chiusi e abbandonati, contenenti rifiuti domestici non differenziati: dai mozziconi di sigarette alle siringhe, dai farmaci scaduti ai pannolini, dalle bottiglie di plastica ad alcuni documenti personali.
Proprio questi consentivano di identificare l'autore dell'atto successivamente rintracciato grazie ad una piccola e serrata indagine nei Comuni dell'area. L'uomo, sanzionato pesantemente, ammetteva le proprie responsabilità scusandosi ed impegnandosi a trasferire il materiale in questione al deposito (ecocentro) più vicino.