In Trentino

L'orso "Papillon" M49 di nuovo in fuga: ha divelto la rete di protezione

.
L'orso M49 in un passato avvistamento. ANSA
L'orso M49 in un passato avvistamento. ANSA

L’orso M49 è nuovamente scappato dal recinto del Centro faunistico del Casteller, a sud di Trento. Lo ha reso noto questa mattina il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti.

 

Secondo una prima ricostruzione, il plantigrado nel corso della notte è riuscito a superare la barriera elettrica e, raggiunta l’ultima recinzione, ha divelto la rete elettrosaldata piegando l’inferriata dello spessore di 12 millimetri fino a ricavarne un’apertura sufficiente per scivolare all’esterno. Ad accorgersi dell’accaduto è stato il personale di guardia del recinto che, nonostante il fatto sia accaduto al di fuori del campo coperto dalle telecamere, ha notato come il segnale del radiocollare ad un certo punto partiva dall’esterno del recinto. 

 

Orso M49 sul Carega (Tommaso Borghetti)

 

L'orso M49, conosciuto a livello nazionale con il nome di Papillon, risulta dotato di radiocollare, a differenza della prima volta quando fuggì dal recinto appena dopo la cattura. Ad aprile, nel corso dei suoi spostamenti, si era reso anche protagonista di numerose intrusioni in abitazioni, baite, rifugi, malghe ed altri stabili, al confine con il Veronese e il Vicentino. Secondo quanto reso noto dalla Provincia, è stato già localizzato in  un’area del monte Marzola, sopra Trento, che i forestali stanno presidiando. 

 

Leggi anche
In video i giochi sulla neve di M49 «Papillon è un orso problematico»