A RIMINI

L'ex delfinario riapre i battenti coi leoni marini

Mamma e cucciolo di leone di mare
Mamma e cucciolo di leone di mare

Le associazioni animaliste escono sconfitte dalla lunga battaglia contro la riapertura del Delfinario di Rimini, chiuso un anno fa dopo il sequestro per maltrattamenti dei quattro delfini. La struttura, infatti, ha riaperto nei giorni scorsi con nuove attrazioni: leoni marini provenienti dalla Spagna. Gli animali saranno noleggiati per la stagione estiva e poi riconsegnati ai proprietari.
A decidere la riapertura del Delfinario è stato il sindaco Andrea Gnassi, che ha firmato un'autorizzazione ai gestori dell'impresa che potrà «esercitare l'attività temporanea di spettacolo viaggiante» nella struttura sul Lungomare.
Lo scorso anno erano stati sequestrati per maltrattamenti quattro delfini. Il delfinario di Rimini rappresentava il primo caso di Europa. A mettere i sigilli erano stati gli uomini del Corpo forestale dello Stato che avevano elevato sanzioni per 18mila euro. Fra le irregolarità acqua sporca e vasche non adeguate al movimento dei tursiopi (senza di riparo dal sole e dalla vista del pubblico), ma soprattutto l'intenso ricorso ad anticoncezionali e tranquillanti. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola