Amici di Noè

Arrivate due panda rossi al Parco Natura Viva, per creare nuove famiglie

.
La femmina di panda rosso Tango, arrivata al parco nel Veronese.
La femmina di panda rosso Tango, arrivata al parco nel Veronese.

Mascherina rossa sul pelo bianco del muso, due nuovi esemplari femmina di panda rosso sono arrivati nella struttura protetta del Parco Natura Viva per formare due nuove famiglie con Nyi-Ma e Maituk, i due maschi adulti già presenti da alcuni anni nella struttura.

Tia arriva da Monaco e Tango da Belfast e rientrano nei trasferimenti concordati e decisi per evitare la consanguineità e tentare di incrementare il numero di esemplari. «I primi incontri sono andati bene per entrambe le coppie», spiega Camillo Sandri, veterinario e direttore tecnico del Parco Natura Viva. «La prima ha già regolato i propri equilibri, sui quali incide molto il carattere deciso di Tia; la seconda invece si sta formando in questi giorni anche se Tango, sin da quando è uscita dal proprio trasportino, ha dimostrato di avere un carattere estroverso e molto curioso. Il giorno del suo arrivo infatti, Maituk sonnecchiava in cima ad un ramo e lei si è subito adoperata per salire a conoscerlo». 

 

Il Parco Natura Viva è stata la prima struttura d’Italia ad ospitare dei panda rossi ed è oggi una delle poche europee ad avere affidate ben due coppie. «In quasi trent’anni di gestione di questa specie così delicata», prosegue Sandri, «abbiamo avuto la possibilità di veder nascere 20 piccoli, via via affidati ad altre strutture europee. Si tratta di una specie per la quale non è ancora possibile sviluppare progetti di reintroduzione per il progressivo peggioramento delle condizioni di minaccia che si registrano nel suo ambiente naturale. Arboricolo ed esigente dal punto di vista dell’alimentazione, il panda rosso si nutre quasi esclusivamente di bambù e patisce gli effetti devastanti della deforestazione, con abbattimenti e frammentazioni di aree che impediscono agli esemplari di questa specie di incontrarsi e riprodursi».