Caseus Veneti

Torna il concorso della Regione che celebra il patrimonio caseario veneto

By Athesis Studio

Padova, 15 settembre 2021 - Villa Contarini ospiterà ancora una volta Caseus Veneti dal 25 al 26 settembre 2021, l’evento punto di riferimento per il comparto produttivo e un appuntamento da non mancare per i consumatori che amano la qualità.

Centinaia i formaggi in gara e decine gli appuntamenti dove degustare le proposte di abbinamento, aperte proprio in queste ore le prenotazioni per diventare degustatori di pizza con i formaggi DOP, panini, o piatti pensati da chef che arrivano da tutta la regione.

Tra le novità il Primo Concorso del Panino Veneto Dop, destinato a pub e paninoteche della regione dove i partecipanti saranno divisi per province, ad ognuna delle quali verrà assegnato un formaggio da valorizzare. Il miglior panino verrà votato prima da una giuria popolare e poi da quella tecnica.

Per questa edizione Caseus Veneti diventa internazionale: saranno infatti ospiti dell’evento alcuni caseifici provenienti dall’Ungheria.

Tra le attività del vasto programma, i cooking show, il cui filo conduttore sarà la sostenibilità, in termini di cura e attenzione nei confronti dell’ambiente e della cucina, argomento che verrà trattato in 7 appuntamenti dove altrettanti chef interpreteranno in chiave sostenibile le 7 denominazioni DOP.

Confermata anche l’area pizza, dove quest’anno si alterneranno 7 maestri pizzaioli di sette importanti pizzerie del Veneto.

Una festa del gusto promossa dalla Regione del Veneto che rende onore alle 7 denominazioni di origine protetta DOP e dà lustro a tutti i formaggi di pregio prodotti: durante Caseus Veneti saranno, infatti, consegnate 39 medaglie, tante sono le categorie casearie lavorate nei confini regionali.

Il 17° Concorso Regionale dei Formaggi del Veneto lascerà spazio anche al 3° Concorso Nazionale dei Formaggi di Fattoria, piccole produzioni sulle quali Caseus Veneti pone da sempre l’attenzione. Non mancheranno i gemellaggi con altre eccellenze, come i prodotti enogastronomici del Friuli-Venezia Giulia e dei territori gardesani come l’olio Garda Dop; al grande spiedo della Pro Loco di Sernaglia della Battaglia (TV) e alle bollicine del Consorzio Prosecco Doc e Consorzio Asolo Prosecco che accompagneranno le degustazioni.

Confermato il percorso a senso unico che ha caratterizzato la mostra nel 2020 e che ha accompagnato le migliaia di visitatori in tutta sicurezza nell’ampio parco della villa tra mercatino delle eccellenze, mostra mercato dei caseifici, incontri con i casari e con la fattoria di Italialleva.

Un evento che prosegue nel segno della solidarietà con le iniziative come Forme di solidarietà dove, ad un prezzo simbolico, verranno vendute le forme in concorso destinando il ricavato della vendita a Life Inside onlus, Città della Speranza e Fondazione Lucia Guderzo.

Villa Contarini ospiterà, infine, il convegno internazionale, dedicato agli addetti del settore, che venerdì 24 settembre farà il punto sul settore europeo e sulle sfide future che i produttori dovranno affrontare. Parteciperanno produttori dalla Germania, Francia, Slovenia, Italia e Olanda, nonché rappresentanti di Università ed Enti di ricerca dei sopracitati Paesi.

Nella mattinata di domenica 26 settembre a prendere la parola sarà anche Giuseppe Calabrese, in arte Peppone, volto noto di Linea Verde che indagherà il rapporto tra formaggio e territorio, con la presenza di relatori del settore lattiero caseario veneto.

Per tutta la durata dell’appuntamento verrà richiesto il massimo rispetto delle norme anti covid-19 e l’esibizione del green pass per i partecipanti.

L’ingresso è gratuito, ma, per partecipare alle attività, sarà necessaria la prenotazione sul sito www.caseusveneti.it