ACETO

Le varietà di aceto che esaltano i sapori in cucina

By Athesis Studio

Quando giriamo fra gli scaffali del nostro supermercato di fiducia, oppure camminiamo nel piccolo negozio sotto casa, ci muoviamo fra decine di scaffali e migliaia di prodotti, spesso scegliendone uno piuttosto che un altro quasi a caso, o comunque fondandoci su piccoli elementi, sensazioni che difficilmente riusciamo a spiegare razionalmente. Può essere semplicemente perché è quello con il prezzo più basso, anche di pochi centesimi, o perché il packaging ci appare più affascinante e accattivante, il colore è quello che attira di più la nostra attenzione, o magari perché ci è stato suggerito da qualcuno che lo ha già provato. A prescindere dai motivi che hanno indirizzato e condizionato la nostra scelta, siamo sicuri che quasi mai ci fermeremo a riflettere sul lavoro che c’è dietro a tutti quei prodotti, che noi vediamo già trasformati e finiti, pronti ad essere venduti, ma per raggiungere quel punto in realtà ci sono state tantissime fasi, una enorme serie di valutazioni, di scelte e di prove che hanno consentito a determinate materie prime di trasformarsi nella confezione che abbiamo appena messo nel nostro carrello.

 

Il grande lavoro delle aziende

Le aziende – come ad esempio De Nigris, importante casa produttrice di condimenti di varia natura, partendo dall’aceto – prima di porre un prodotto sul mercato attraversano una lunga fase di ricerca e di studio per giungere poi al prodotto finito che noi possiamo acquistare. Si tratta di un processo che richiede competenza, creatività, lungimiranza, ma anche coraggio e passione. Tutti elementi fondamentali per creare un prodotto che abbia caratteristiche uniche, quelle necessarie non solo per poter entrare nel mercato, ma per permettere a quei prodotti di avere le peculiarità che consentano loro di essere scelti dai potenziali acquirenti, che dovranno preferire quella marca o quello specifico prodotto a tantissimi altri concorrenti che avranno caratteristiche simili. Ed è lì che diventa fondamentale trovare la giusta chiave, soprattutto nei prodotti alimentari, per raggiungere l’equilibrio perfetto fra la qualità delle materie prime da selezionare, l’ottimizzazione dei processi produttivi, e soprattutto la bontà del prodotto finale, che deve essere gustoso e al contempo attento alla salute, capace di deliziare il nostro palato e far bene al nostro organismo.

 

La qualità dietro un semplice aceto

L’aceto è un prodotto estremamente comune, perennemente presente nelle nostre cucine e sulle nostre tavole. Ed è proprio partendo da un esempio così semplice, quasi apparentemente banale, che possiamo scoprire quanto lavoro, e anche quanta qualità, professionalità e competenza, ci possano essere dietro a quel condimento che versiamo sui nostri piatti. Esiste l’aceto di vino, ma c’è anche l’aceto di mele, e quello di riso: qual è il vostro preferito? Poi c’è l’aceto balsamico, più denso e più intenso. E della glassa cosa ne pensate? Poi un mercato in continua evoluzione porta anche all’ideazione e alla creazione di tante varianti di sapori, ad esempio esistono oggi dei gusti più fruttati, nati dall’incrocio dell’aceto con sapori in grado di esaltarne e renderlo più ricco ed originale. Perché ogni palato è unico, e merita di essere soddisfatto.