Coronavirus in Veneto

Zaia: «Mi aspetto
nuove restrizioni
dal Governo»

.
Zaia, 25 marzo 2020

Il Veneto ha la necessità «di continuare a non abbassare la guardia»: lo ripete il governatore Luca Zaia alla luce dei dati, non confortanti, su positivi e decessi da Coronavirus che arrivano oggi dalla Regione. «Siamo qui a lavorare - ripete - in totale e piena emergenza». L’invito «è ancora quello di rispettare le restrizioni». Zaia annuncia che alle 15 ci sarà una videoconferenza col Governo rispetto ai contenuti del nuovo decreto. «Immagino - sottolinea - ci saranno idee di nuove restrizioni. Per noi restano valide le nostre: chiusura dei punti vendita la domenica e stop a passeggiate».

 

REGIONI E GOVERNO.  Il decreto legge annunciato ieri dal premier Conte «sostanzialmente non limita» le regioni nell’emanazione delle loro ordinanze sul Coronavirus . Ne è convinto il governatore del Veneto Luca Zaia. «Perché anche prima comunque - spiega - avevamo sempre il dpcm che valeva sopra la testa dei Governatori. Noi potevamo fare delle ordinanze restrittive - sottolinea - ma fino ad un certo punto. Tanto è vero che quella sulle aziende non è mai stata fata danessuno».

 

MASCHERINE E KIT. Il presidente del Veneto fa laconta aggiornata dei materiali sanitari che man mano stanno affluendo nella regione. «Continueremo con gli acquisti di mascherine - dice Luca Zaia - ce se sono 13 milioni e mezzo che stanno arrivando». Ormai tutti gli ospedali hanno la loro dotazione. «Oggi ai dg abbiamo detto di distribuirle - aggiunge - anche alle casse di riposo e ai centri servizi. Ovviamente stiamo parlando di mascherine chirurgiche». Zaia annuncia poi che sono stati acquistati 400 mila kit istantanei «più altri 100 mila donati dal gruppo Pesenti». Per il governatore del Veneto «il mercato degli acquisti si sta un pò aprendo. Abbiamo messo in piedi anche un contratto serio con un produttore locale per 10 mila mascherine al giorno che servono a corredo». Sul fronte delle mascherine chirurgiche, aggiunge, «per noi l’emergenza si chiude qui, mentre per quello della terapia intensiva e quindi le P2 e P3 la partita si chiude tra questo fine settimana e l’inizio della prossima. Siamo riusciti ad acquistare un carico di 2 milioni di mascherine P3».

 

RESPIRATORI ED EMERGENZE ANIMALI.  Il Veneto «non ha nessuna intenzione» di togliere i respiratori «ai casi di emergenza degli animali». Lo dice il governatore Luca Zaia, precisando che «i respiratori che servono per l’emergenza veterinaria ci sono». Quelli che verranno eventualmente utilizzati, chiarisce, sono quelli «latenti, usati per fare attività chirurgica veterinaria».

 

AUTISMO. Anche se resta valida la chiusura dei supermercati alla domenica e lo stop alle passeggiate, il governatore del Veneto Luca Zaia sta valutando «le specifiche esigenze delle famiglie di pazienti autistici» che hanno bisogno di far fare più moto ai loro cari. Lo annuncia nel breafing sul Coronavirus di oggi. «In alcuni casi - annuncia - potremmo prevedere una sub ordinanza e delle deroghe» al limite imposto alle passeggiate.