Veneto

Uccide il marito a coltellate, poi tenta il suicidio con i gas di scarico dell'auto

Tragedia familiare nella serata di martedì 26 gennaio a Polesella, in provincia di Rovigo. Un uomo è stato trovato ucciso a coltellate nella sua casa dove i carabinieri sono accorsi dopo un allarme lanciato dai vicini. Nell’auto di famiglia, accesa e con i gas di scarico che saturavano l’interno, c’era la moglie della vittima, che avrebbe tentato il suicidio, La donna, con i sintomi di una intossicazione, è stata soccorsa dai sanitari del Suem e portata in ospedale. Le indagini sono subito andate nella direzione dell'omicidio-suicidio.

 

La vittima si chiama Costantino Biscotto, 55 anni, ed era originario di Varese; faceva il rappresentante di prodotti alimentari per un’azienda che commercializza un marchio molto noto. I carabinieri hanno trovato il suo corpo senza vita ieri sera nell’ingresso della sala open space della sua abitazione, attorno alle ore 20.30. L’ora esatta del decesso è ancora da stabilire. La compagna, Rosangela Dal Santo, 57 anni, nata a Rovigo, è stata trovata in garage nell’automobile, messa in moto e con i gas di scarico che  stavano saturando l’ambiente. I vicini di casa sono intervenuti, hanno aperto il garage con un piede di porco, insospettiti dal rumore prolungato del motore dell’auto, ed hanno chiamato i soccorsi. 

 

La donna è stata salvata e ricoverata in ospedale a Rovigo per intossicazione, ma non è in pericolo di vita. Al momento non è nè in stato di arresto né in stato di fermo, perché gli inquirenti, che comunque indagano per omicidio, stanno ancora cercando di ricostruire la precisa dinamica dei fatti. Nel frattempo sono stati ritrovati e sequestrati i coltelli utilizzati nel litigio tra moglie e marito che ha portato all’uccisione dell’uomo e poi al tentativo di suicidio da parte della donna.