Veneto

Trattore nel canale, giovane agricoltore muore schiacciato

Simone Pacchiega e il trattore rovesciato nel canale
Simone Pacchiega e il trattore rovesciato nel canale
Simone Pacchiega e il trattore rovesciato nel canale
Simone Pacchiega e il trattore rovesciato nel canale

Tragedia sul lavoro nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì 27 luglio, in località Dossetto, a Caorle (Venezia). Un agricoltore è morto dopo che il mezzo su cui era a bordo si è rovesciato in un canele. La vittima è Simone Pacchiega, 28 anni.

L'allarme è scattato poco prima delle 18. Quando i vigili del fuoco, arrivati da Portogruaro e Mestre con i sommozzatori e l’autogrù, hanno sollevato il mezzo però, hanno trovato sotto il corpo del 26enne già privo di vita. Inutili i soccorsi del Suem 118, con il medico che non ha potuto far altro che constatare il decesso.

Sui social tanti i messaggi di dolore e cordoglio. Toccante quello della società Asd Giussaghese: «Eri e resterai un bravo ragazzo, un ragazzo di altri tempi, con dei valori sani anche grazie agli insegnamenti dei tuoi nonni, per te un modello di vita, una scuola di valori un esempio da seguire».

 

 

«Sono vicino alla famiglia di Simone Pacchiega, il giovane operaio deceduto ieri in un incidente mortale sul lavoro a Caorle, in provincia di Venezia. Una giovane vita spezzata che lascia in tutti noi una profonda tristezza». Così l’assessore all’agricoltura della Regione del Veneto, Federico Caner, commenta la notizia della scomparsa del giovane operaio dell’Azienda pilota e dimostrativa dell’Agenzia regionale, “ValleVecchia”. «Veneto Agricoltura, che rappresenta da sempre un faro per gli imprenditori agricoli che operano nel nostro territorio, promuove da sempre la cultura della sicurezza sul lavoro e, oggi, ha deciso di rimarcare questo impegno tenendo le bandiere a mezz’asta, in segno di lutto – continua Caner -. Domani, accanto alla commemorazione di Pacchiega, offrirà un ulteriore momento di riflessione sulla questione della sicurezza nei luoghi di lavoro per far sì che, eventi tragici come quello di ieri, non accadano più».

Suggerimenti