Stop al “Diavolo”
che svela i problemi
di chi va in ospedale

Su twitter pubblicava racconti e anche immagini
di persone che si presentavano in pronto soccorso
L’Azienda ospedaliera invia un esposto in Procura
Un esempio delle pubblicazioni in twitter di Comandante Diavolo
Un esempio delle pubblicazioni in twitter di Comandante Diavolo
Un esempio delle pubblicazioni in twitter di Comandante Diavolo
Un esempio delle pubblicazioni in twitter di Comandante Diavolo

VERONA

Un reality dal pronto soccorso, solo che era tutto vero: un ignoto medico o infermiere che si era autonominato ”Comandante Diavolo” aveva pubblicato migliaia di tweet in buona parte dedicati a una cronaca in tempo reale di quello che avveniva nel pronto soccorso dell’Azienda ospedaliera di Verona, all’ospedale Borgo Roma: diagnosi, racconti dei pazienti, perfino qualche foto (senza che il soggetto fosse riconoscibile) come quella di un paziente maschio che esibiva un reggiseno fucsia. E ovviamente tanti commenti, subito amplificati e rimbalzati con altri commenti dai circa 1600 fan o follower che si godevano il vero reality messo in scena via social network. (...)

Leggi l'articolo integrale sul Giornale in edicola

Suggerimenti