Sfruttamento e lavoro nero,arrestati 5 cinesi nel Trevigiano

Wrano in laboratorio per calzature
(ANSA) - TREVISO, 25 NOV - Cinque cittadini di nazionalità cinese sono stati arrestati dai carabinieri perché accusati di aver sfruttato in concorso lavoratori irregolari all'interno di laboratori per la produzione di componenti destinati al sistema delle calzature nelle zone di Altivole, Asolo e Borso del Grappa, nel Trevigiano. La manovalanza impiegata nei siti di produzione era rappresentata da immigrati pakistani retribuiti con poco più di tre euro l'ora e fatti lavorare per 10 ore al giorno. Gli stessi erano ospitati in roulotte senza riscaldamento e servizi igienici. Altri connazionali degli indagati sono stati denunciati per reati analoghi. Le attività sono state sospese. Agli arrestati si contesta anche il favoreggiamento dell'ingresso clandestino in Italia di altri cittadini cinesi. I lavoratori identificati dai militari, 11 tutti di nazionalità pakistana, sono stati trasferiti in strutture protette. (ANSA).
BCN-