Il dolore del nuotatore veneto

Morto in un incidente il chirurgo che salvò la vita a Manuel Bortuzzo. «Per sempre grato. Buon viaggio "doc"»

Manuel Bortuzzo
Manuel Bortuzzo

Nel giorno del suo ventiduesimo compleanno, Manuel Bortuzzo, promessa del nuoto azzurro, è venuto a conoscenza della scomparsa - a seguito di un incidente d’auto - del professor Agazio Menniti, il primario di Neurochirurgia dell'ospedale San Camillo di Roma che gli salvò la vita nel 2019 a seguito di un ferimento da arma da fuoco a causa di uno scambio di persona.

Menniti poi accompagnò Bortuzzo anche nel decorso post-operatorio. «Io e la mia famiglia siamo vicini alla famiglia del Professor Menniti e ci stringiamo al loro dolore. Non potrò mai dimenticare quanto Menniti abbia fatto per me e gli sarò grato, sempre. Buon viaggio "doc" e grazie», le parole del nuotatore veneto. 

Menniti, 46 anni, è morto giovedì scorso sul Raccordo anulare di Roma mentre stava rientrando a casa dal lavoro a bordo della sua moto. Secondo quanto ricostruito, il medico è stato tamponato ed è caduto dalla moto, finendo a terra, per poi essere travolto e ucciso da un’altra auto che sopraggiungeva.

 

Leggi anche
Il giovane Manuel e la sua rinascita «Torno a guidare»

Suggerimenti