Veneto

Maroni: «Zaia potrebbe guidare il Paese dopo l'emergenza»

.
Zaia e Maroni in una foto d'archivio
Zaia e Maroni in una foto d'archivio
Zaia e Maroni in una foto d'archivio
Zaia e Maroni in una foto d'archivio

Luca Zaia «è bravo. Lo definisco un veneto di rito ambrosiano. Concretezza, cautela, coraggio e riservatezza. Nella lotta al Covid ha avuto intuizioni importanti, come il tampone a tappeto, ma tutti i governatori si sono impegnati al massimo. Il leader della Lega è Salvini». Lo dice Roberto Maroni, ex ministro dell’Interno, in un’intervista a «Repubblica».
«Zaia - aggiunge - non ha alcuna intenzione di fare il capo della Lega. Sa governare e adattarsi alla linea del partito, leale e fedele. Sarà rieletto in Veneto ed è l’unica cosa che gli interessi. Poi, certo, lo vedrei bene alla guida del Paese fuori dalla pandemia. Luca sarebbe certamente in grado di guidare una coalizione e un governo senza conflitti».