Il punto stampa

Ecco i nuovi dg delle Ulss venete. A Vicenza arriva la dottoressa Bonavina e a Bassano l'avvocato Bramezza

Il video non può essere visualizzato in quanto non è stata accettata la cookie policy.
Zaia punto stampa 26 febbraio

Oggi Luca Zaia in diretta da Palazzo Balbi, Venezia, per gli ultimi aggiornamenti sull'emergenza coronavirus e le nomine dei direttori generali delle Ulss venete. «Sono stati 101 i candidati - ha ricordato il governatore Zaia - e non è stato facile fare la selezione. Valutando i curricula, ne è venuta fuori una squadra che ha i numeri per fare un bel lavoro: ci sono molti medici, riconferme e debuttanti».

Ci sono otto nuovi ingressi tra i nuovi 12 direttori generali delle Ulss del Veneto. Lo annuncia il presidente del Veneto Luca Zaia, sottolineando che le nomine vedono «quattro riconferme e 8 new entry nell’organigramma di vertice della sanità della regione». Tra i 12 dg vi sono quattro donne.

 

Ecco i nomi dei nuovi direttori generali delle Asl venete

 

Vicenza - Maria Giuseppina Bonavina, Aulss 8 Berica. «Questa è una Aulss complicata ma entusiasmante, dobbiamo concludere l'ospedale di Montecchio-Arzignano».

 

La dott. Maria Giuseppina Bonavina
La dott. Maria Giuseppina Bonavina

 

Pedemontana - Carlo Bramezza, Aulss 7 Pedemonana. «Ha già da inaugurare l'ospedale di Asiago, quello di Santorso al quale dare effervescenza e poi c'è Bassano del Grappa. Bramezza ha fatto un ottimo lavoro nel Veneto Orientale, è laureato in giurisprudenza».

 

Il dott. Carlo Bramezza
Il dott. Carlo Bramezza

 

 

Venezia - Edgardo Contato, Aulss 3 Serenissima. «Direttore uscente della Ulss polesana, ha esperienze variegate, è un medico»

 

Veneto Orientale - Mauro Filippi, Aulss 4 Veneto Orientale. «Siamo la prima Regione d’Italia a nominare direttore generale un laureato in scienze infermieristiche che, studiando e lavorando, è riuscito a salire tutti i gradini di una lunga scala, arrivandone al vertice. Oggi è a capo di una Ulss che d'estate deve gestire le cure di milioni di presenze turistiche». 

 

Padova - Giuseppe Dal Ben, Aulss di Padova. «È il direttore generale uscente dalla Serenissima. Dal Ben sarà l'uomo della transizione verso il nuovo Policlinico universitario, raccogliendo il testimone dal dottor Flor che ha fatto un gran lavoro».

 

Euganea - Paolo Fortuna, Aulss 6 Euganea. «Direttore dei Servizi socio sanitari della stessa realtà, va a governare. A lui affidiamo questo nuovo compito: ha grande esperienza sui nostri territori, è un medico».

 

Treviso - Francesco Benazzi, Aulss 2 della Marca trevigiana. «Treviso si ritrova davanti l'ospedale che diventa universitario, ha un territorio importante e complesso». ha commentato Zaia.

 

Rovigo - Patrizia Simionato, Aulss 5 Polesana. «È la donna dei respiratori, delle mascherine, dell'angoscia di fine febbraio e marzo».

 

Belluno - Maria Grazia Carraro, Aulss 1 Dolomiti. «Lei sarà la donna delle Olimpiadi - ha affermato Zaia - con una movimentazione dei cittadini paurosa da tutto il mondo».

 

Scaligera - Nicola Pietro Girardi, Aulss Scaligera. «È stato anche direttore generale ad Adria. È un uomo con un profilo amministrativo e con esperienza variegate sul territorio, gli chiediamo un ulteriore scatto in avanti per far decollare questa Ulss molto grande».

 

Verona - Callisto Marco Bravi, Azienda ospedaliera di Verona. «Ci è balzato agli occhi il suo cv. Ci ha colpito molto il suo entusiasmo, ha una forte esperienza, guarda al futuro con le nuove tecnologie, è un medico».

 

IOV - Alla dottoressa Patrizia Benini affidiamo lo Iov: è un medico a lei spetta di farlo decollare. È la prima direttrice generale medico nella storia di questo istituto».

 

IL BOLLETTINO COVID

«Una lenta, timida crescita»: così il presidente del Veneto Luca Zaia commenta i dati Covid di oggi nella regione. L’ultimo bollettino dà conto di 1.174 positivi (con un’incidenza del 3,05%). «Oggi abbiamo 23.439 positivi - aggiunge il governatore - è il primo giorno che il dato aumenta».